A Udine la fiera dell’agricoltura e delle macchine agricole

imagazine_icona

redazione

19 Gennaio 2015
Reading Time: 3 minutes

Agriest Tech 2015

Condividi

Presentata a Udine l’edizione 2015 di Agriest Tech, in programma da giovedì a domenica presso la Fiera udinese. Sono intervenuti la Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco, il Presidente della Federazione Banche di Credito Cooperativo del F.V.G. Giuseppe Graffi Brunoro, il Direttore del Servizio promozione, statistica agraria e marketing dell’ERSA, Paola Coccolo e l’Autorità di Gestione del Programma di sviluppo rurale F.V.G. 2007-2013, Serena Cutrano.

Attesi 250 espositori,  con il coinvolgimento di tutti i padiglioni e le aree esterne del quartiere fieristico. «Un dato già di per sé positivo e che – sottolinea De Marco – avvalora la scelta fatta due anni fa quando si è deciso di “sdoppiare” la manifestazione specializzandola nei due focus. Fondamentale e importante – prosegue la Presidente della Fiera – la presenza in Agriest, riconfermata anche quest’anno, della Regione che con la Direzione centrale delle risorse rurali, agroalimentari e forestali e con l’ERSA farà del padiglione 1 una vera e propria presentazione di tutto ciò che l’agricoltura è e rappresenta per il nostro territorio».

Durante la manifestazione i visitatori potranno anche prendere parte alle prove mezzi (anche in movimento) che si alterneranno nell’area Esterna E del quartiere fieristico e che metteranno alla prova le macchine degli espositori che aderiscono a questa iniziativa.

Agriest si conferma luogo di discussione, di dibattitto e di approfondimento delle tematiche più attuali del settore primario: lo ribadisce anche quest’anno con un’agenda convegni articolata su 19 appuntamenti tra convegni, seminari, workshop, incontri tecnici e presentazioni. Il pubblico di riferimento sono sì gli imprenditori agricoli e gli operatori del settore, ma anche i giovani delle scuole. Il  primo e il più importante di questi eventi è il convegno inaugurale del 22 gennaio: l’argomento trattato sarà “Irrigazione, tecnologia e sostenibilità per l’agricoltura dei prossimi 50 anni”  sul quale interverranno nello specifico Aaron Fait dell’Università di Ben Gurion del Negev, Israele (“Irrigate”: progetto di collaborazione italo-israeliana contro la siccità nei vigneti) e Andrea Segrè dell’ateneo di Bologna (Agricoltura sostenibile per alimentare il futuro) . L’apertura dei lavori è affidata al Vice Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Andrea Oliviero  che illustrerà le azioni del Governo per la corretta gestione delle acque ai fini della tutela ambientale e al servizio dell’agricoltura.   Inizio lavori ore 10.30 (sala congressi). Al termine dei vari interventi (ore 12.30) taglio del nastro e visita agli stand della manifestazione.

Il Ministro dell’agricoltura della Slovenia Dejan Židan visiterà Agriest nella giornata di venerdì 23 gennaio prendendo anche parte ai lavori del convegno “Il Progetto FARmEAT: zootecnia, vendita diretta e recupero delle aree marginali”.

Finanziato dall’Unione Europea e nato dalla collaborazione tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia, il progetto FARmEAT, sostiene e valorizza gli allevatori delle Valli del Natisone e della fascia confinaria tra i due Paesi che allevano il proprio bestiame utilizzando metodiche sostenibili e attente all’ambiente, che prevedono anche l’utilizzo del pascolo.  Di conseguenza il progetto contribuisce alla salvaguardia del paesaggio e al recupero di ampie superfici a prato funzionali all’alimentazione degli animali.

Il programma degli eventi convegnistici è disponibile su www.agriest.it

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Condividi