A Turriaco nuovi spazi per il baskin

imagazine livio nonis

Livio Nonis

10 Maggio 2023
Reading Time: 2 minutes

Completata la ristrutturazione campo di pallacanestro esterno al PalaMarson, adattato anche per il basket inclusivo e per la pallavolo

Condividi

TURRIACO – Sabato 13 maggio alle ore 17, verrà inaugurato il campo di pallacanestro all’aperto, nei pressi del PalaMarson, rimesso a nuovo grazie a un finanziamento regionale.

Il coordinamento tra Comune di Turriaco e associazione cestistica “Nuova Basket Isonzo” ha consentito di sfruttare i lavori per adeguare il campo anche al nuovo modo di “fare basket”, attrezzandolo per il baskin, il basket inclusivo.  

Il campo è stato così adeguato con quattro aree, due tradizionali e in più, a metà campo, altre due usate nel baskin, dove i giocatori con qualche difficoltà possono tirare liberamente a canestro.

L’intervento ha consentito di rimettere a nuovo la piastra di cemento, costruita un tempo per uso promiscuo di pattinaggio, basket e pallavolo, realizzando un nuovo fondo in asfalto rivestito da resina e dipinto poi in superficie.

Le lavorazioni, protrattesi in tempi successivi, hanno coinvolto la ditta Spiga di Tolmezzo che ha realizzato l’asfaltatura completa del campo (per un totale di 1.000 mq), dando le corrette pendenze per lo smaltimento delle acque meteoriche. Successivamente l’impresa P-Team di Padova ha completato l’intervento con la posa di uno strato di resine acriliche e un rivestimento superficiale di resine sintetiche rigide, ottenendo una finitura resistente e durevole anche al passaggio delle carrozzine.

Infine, a essicazione avvenuta, si è provveduto alla colorazione superficiale e alla tracciatura delle righe per i campi di basket, baskin e pallavolo.

Sono stati scelti i colori nero e arancione, propri della squadra del Carpe Diem Baskin, spin off della società Nuova Basket Isonzo, e azzurro, colore di Turriaco.  L’importo complessivo delle lavorazioni è stato di circa 37.000 euro. Per la chiusura del quadro economico sono giunte anche le donazioni della Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia e dell’Uliu Bisiac, oltre che di un privato che ha regalato tabelloni e canestro.

“Un intervento cui hanno contribuito veramente diverse figure, da chi ha erogato il contributo maggiore a chi ha concesso le quote che hanno consentito di chiudere il quadro economico – commenta il vicesindaco Nicola Pieri –. Un intervento che consentirà al baskin e alla società di pallavolo di ampliare i propri spazi, spostando all’esterno la propria attività nei mesi primaverili ed estivi, ma anche di dare l’opportunità ai ragazzi di Turriaco e del circondario di praticare sport in un impianto riqualificato. L’uso dei colori dà poi un tocco di vivacità all’opera, rendendo il luogo un polo di attrazione per la pratica delle attività sportive”.

La N.B.I. ha una convenzione di cinque anni per gestire questa struttura, che comunque rimarrà pubblica e tutti potranno usarla, con la speranza che possa essere usata con cura in quanto bene pubblico.

Sarà il secondo campo nell’ex provincia di Gorizia a essere attrezzato per il baskin.

 

Visited 53 times, 1 visit(s) today
Condividi