Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Incontro nell'ambito di "Sant'Agnese"

Sport
24 gennaio 2020

Joannis applaude Chiara Calligaris

di Livio Nonis
La velista monfalconese ospite d'eccezione dell'evento organizzata dal locale Udinese Club
CONDIVIDI
32636
Sport
24 gennaio 2020 di Livio Nonis Image

Una bella iniziativa è stata organizzata dall'Udinese Club Lucio Aiza di Joannis, una conferenza dal titolo “Non solo calcio” per mostrare che il club è aperto a ogni sport, e specialmente a quelle discipline sportive che hanno campioni nati nel nostro territorio e pertanto a tutti gli effetti campioni del Friuli Venezia Giulia.

Nella prima riunione il club ha avuto come ospite la quattro volte campionessa mondiale di vela classe Europa, Chiara Calligaris, che si è confrontata con Dino Colinassi e Gianni Ierman, presidente e direttore sportivo di A.S.N.A.T. (Associazione Sportiva Nautica Aussa Terzo d'Aquileia).

Chiara è arrivata alla serata con in braccio il suo bellissimo bambino di quasi un anno, Leonardo, e ha parlato di tutto il suo iter sportivo, raccontando che inizialmente le sue passioni erano la danza classica e lo sci, passione nata dal fatto che i suoi genitori avevano una baita in montagna; la passione per la vela è nata per caso, infatti suo padre vedendola sempre un po' “pallidina” l'ha indirizzata a una attività nella quale potesse prendere molto sole, e da qui è iniziata l’avventura che le ha dato molte soddisfazioni.

Tutti avevano riconosciuto in lei, fin da subito, ottime qualità che le hanno permesso di scalare tutte le gerarchie sportive, fino ad arrivare giovanissima alla maglia azzurra e con questa primeggiare sia come junior che come senior. Ha spiegato ai molti ragazzini presenti alla serata che non aveva mai smesso di studiare e pertanto si è laureata in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi di Trieste, facendo anche un dottorato di ricerca in Geomatica e Sistemi Informativi Territoriali, a dimostrazione che quando si vuole ottenere qualcosa con sacrificio e dedizione si possono raggiungere tutti i traguardi che ci si prefigge.

Incalzata dalle domande, ha raccontato della sua paertecipazione alle olimpiadi 2008 a Pechino con l'imbarcazione Yngling, esperienza vissuta molto bene come atleta anche se la federazione in quel frangente è rimasta latitante.

Alla fine alcune domande specialmente sull'inquinamento dei mari, soprattutto sul tema più dibattuto in questo periodo: la plastica. “Come ogni buon velista – ha affermato Chiara Calligaris – in barca abbiamo i nostri sacchetti della differenziata, a fine regata o semplice crociera, scarichiamo nei cassonetti appositi, sarebbe auspicabile che tutti facessero così”.

Alla fine della serata le sono stati consegnato dal presidente del Club, Riccardo Gregorat, due prodotti che nascono a Joannis: il formaggio del caseificio e il vino, una bottiglia etichettata Udinese Club Joannis. Alla serata erano presenti, tra gli altri, il sindaco Andrea Bellavite, Aldo Sgubin consigliere dell'AUC (Associazione Udinese Calcio), Alessandro Bonini che ha appena corso la maratona di New York, Roberto Tomat che nella maratona di 24 x 1 di Telethon ha percorso 158 chilometri nelle 24 ore, il vice sindaco di Bicinicco Amedeo Selenati e Raffaele Digiacomo dell'associazione “Vanessa”.

È in previsione tra breve un altro incontro con un campione sportivo: l'Udinese Club “Lucio Aiza” è sempre attivo per dare la possibilità a piccoli e grandi di conoscere personaggi famosi dello sport nazionale e non solo. 

Commenti (0)
Comment