Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Realizzato un mosaico

Attualità
20 settembre 2019

Aquileia, la rosa di Enzo Puntin alla Casa del Popolo

di Claudio Pizzin
L’opera dell’artista è stata donata alla Fondazione Valmi Puntin. Ecco la motivazione
CONDIVIDI
31126
Da sinistra Lodovico Nevio Puntin ed Enzo Puntin
Attualità
20 settembre 2019 di Claudio Pizzin Image

L’artista aquileiese Enzo Puntin ha donato un mosaico realizzato con la proprie mani alla Fondazione Valmi Puntin, come già fatto in precedenza con altre associazioni cittadine.

“L’idea – spiega l’autore – è nata dal fatto che i combattenti romani, spesso per lunghi periodi costretti lontani dalle loro famiglie perché impegnati nelle conquiste o nella difesa dei confini dell’impero, quando ritornavano a casa donavano alla loro moglie una “rosa” affinché potesse essere coltivata e, nel tempo di separazione dal marito, rappresentasse una sorta di legame continuo. Poiché anche la Casa del Popolo, di proprietà della Fondazione Valmi Puntin, è stata progettata seguendo le caratteristiche della Domus Romana, con il giardino interno, e la stessa rappresenta un punto di riferimento per il popolo aquileiese, ho pensato di utilizzare la rosa come simbolo”.

Una rosa che nell’opera di Puntin è costituita da tre elementi: “Il primo – prosegue l’artista – al centro sono i semi, che rappresentano i popoli. Il secondo elemento, nella successiva corona, sono i petali, che rappresentano le associazioni, ovvero la forza dei singoli individui. Nel terzo elemento, quello più esterno, ci sono i sepali, che rappresentano le leggi che tutelano l’insieme dei popoli per l’evoluzione della società”.

Vivo ringraziamento nei confronti dell’artista è stato rimarcato dal presidente della Fondazione, Lodovico Nevio Puntin, a nome dell’intero consiglio direttivo del sodalizio. 

Commenti (0)
Comment