Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Guarda le foto on line

Sport
27 maggio 2019

Trieste in festa con le stelle dello sport

di redazione (fonte Asd Le Stelle)
Oltre mille partecipanti in piazza Unità si sono confrontati in diciotto diverse discipline sportive. Siglata anche la "Charta Smeralda" a tutela dell'ambiente
CONDIVIDI
29745
(ph. Alberto Lucchi)
Sport
27 maggio 2019 di redazione (fonte Asd Le Stelle)

L’ottava edizione di “Gioca Estate con le Stelle” a Trieste ha visto oltre un migliaio di partecipazioni alle 18 diverse discipline sportive proposte.

Tutte le associazioni sportive coinvolte che hanno avuto la possibilità di proseguire la loro attività hanno sfidato il maltempo che ha colpito piazza Unità: grandi alleati anche i bambini che non si non lasciati scoraggiare da un po’ d’acqua. Una giornata di valorizzazione della cultura sportiva, intesa come amicizia, socializzazione, divertimento, disciplina e poi agonismo e sacrificio grazie al lavoro di un team straordinario: oltre 180 volontari e 27 tra stelle olimpiche e campioni dello sport.

Alla cerimonia di apertura sono intervenuti Massimiliano Fedriga, presidente della Regione FVG; Serena Tonel assessore del Comune di Trieste; Giorgio Brandolin, presidente del CONI Regionale; il comandante Luca Torcigliani della Capitaneria di Porto e Albino Belli direttore Generale EastEnergy. Mauro Pelaschier, nella doppia veste di sportivo e ambasciatore di One Ocean Foundation, è intervenuto per parlare di tutela dei mari e diffondere i principi della "Charta Smeralda". La cerimonia di apertura è stata infatti l’occasione per far firmare Charta Smeralda a tutte le Stelle Olimpiche dell’ASD Le Stelle.

Presente infine Mitja Gialuz, presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, nella veste di 1° firmatario di Charta Smeralda.

In campo non sono mancate le campionesse olimpiche e i campioni dello sport, amici delle Stelle: Diego Cafagna ed Elisabetta Marin per l’atletica; Roberto Premier e Alberto Tonut per il basket; Martina Orzan per il canottaggio; Federica Macrì per la ginnastica artistica e Sofia Lodi per la ginnastica ritmica, Nicola Cassio e le atlete paralimpiche Giorgia Marchi e Margherita Sorini per il nuoto; Luca Giustolisi per il pallanuoto; Tania Romano per il pattinaggio; Auro Franceschini per il Pentathlon; Margherita Granbassi e Mara Navarria per la scherma; l’atleta paralimpico Ettore Malorgio per il tennis tavolo; Ibolya Nagy per i tuffi; Emiliano Hlacia per il karate; Giulia Pignolo, Chiara Calligaris, Larissa Nevierov, Myriam Cutolo, Giovanna Micol e gli atleti paralimpici Marta Zanetti e Cristiano D’Argano per la vela.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’evento è stata anche l’occasione - a dieci anni dalla fondazione della ASD - per lanciare il nuovo progetto "Road to Olympic Games", pensato per supportare i giovani atleti che si apprestano a intraprendere il percorso olimpico e paralimpico. Per l'occasione Le Stelle hanno invitato l'astro nascente del tennis tavolo paralimpico Matteo Parenzan e le giovanissime nuotatrici Giorgia Marchi e Margherita Sorini, che hanno da poco ricevuto la convocazione ai prossimi Giochi Giovanili Europei Paralimpici di Lahti in Finlandia a fine giugno 2019.

Ad animare l’evento erano presenti anche i volontari della Onlus ASTRO - Associazione che promuove l’umanizzazione dell’ospedale e sdrammatizza l’impatto del bambino e della sua famiglia con la struttura sanitaria IRCCS Burlo Garofolo - che l’ASD Le Stelle ha scelto di sostenere dando loro la possibilità di allestire uno spazio per la loro raccolta fondi.

Gioca Estate con Le Stelle per questa ottava edizione è stata totalmente a IMPATTO ZERO sull’ambiente “Lo sport - afferma Giulia Pignolo, presidente dell’ASD Le Stelle - fa bene allo spirito e al corpo e chi pratica attività sportiva deve impegnarsi, oggi più che mai, a rispettare l’ambiente che lo ospita. Avere l’opportunità di diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente anche ai più piccoli, attraverso delle buone pratiche, è per noi motivo di orgoglio”.

Commenti (0)
Comment