Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Per la festa di Sant'Agnese

Attualità
28 gennaio 2019

Il fascino della tradizione campanaria

di Livio Nonis
I Campanari del Goriziano si sono ritrovati a Joannis nell'ambito del tradizionale appuntamento paesano
CONDIVIDI
28167
(ph. Livio Nonis)
Attualità
28 gennaio 2019 di Livio Nonis Image

La tradizione dei campanari, scampanotadors in friulano, è arrivata anche a Joannis, nell’ambito della festa di Sant'Agnese, grazie alla proposta di Riccardo Gregorat, presidente dell'Udinese Club Lucio Aiza.

Per l’esibizione dei Campanari è stato attrezzato uno stand, nel cortile di fronte a palazzo Frangipane, dove è stata posizionata una struttura con tre grandi campane (con suoni di diverse tonalità), grazie alla collaborazione di due campanari indigeni Jacopo e Alessandro Ponton (padre e figlio) e del gruppo di Campanari del Goriziano.

Nel pomeriggio di sabato si sono esibiti scampanotadors provenienti da tutte le zone del Friuli e dell’Isontino: erano presenti campanari di Joannis, Aiello, San Lorenzo Isontino, Porpetto, Saciletto, Gradisca d'Isonzo, Perteole, Santa Maria di Sclaunicco, Campolonghetto, Visco, Palmanova e Romans d'Isonzo, che hanno alternato le varie tecniche come il suono d’allegrezza, a festa, a distesa, rintocchi che sono diventati man mano che passava il pomeriggio molto più famigliari, entrando nell'orecchio dell’ascoltatore profano. Inoltre appassionati più anziani hanno avuto il piacere di riprovare a far suonare le campane e di ritornare indietro nel tempo, divertendosi e confrontandosi con i più giovani (si sono esibiti appassionati di tutte le età, dai 13 anni agli over 80).

Il gruppo “Campanari del Goriziano” è nato dal desiderio di salvaguardare, valorizzare e promuovere la secolare tradizione campanaria presente e attiva nel Goriziano, si propone di essere un punto di riferimento per tutte le squadre di campanari del Friuli e si caratterizza come gruppo di persone che condividono una passione in comune e che svolgono un servizio alle comunità.

Basandosi sulla ricca esperienza tramandata, si vuol rafforzare l'arte dello scampanio, per garantire una continuità e per non disperdere il patrimonio espresso dai singoli gruppi.

Commenti (0)
Comment