Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie alla trevigiana CAME

Attualità
13 marzo 2018

Trieste Airport, arrivano i parcheggi a gestione personalizzata

di redazione (fonte Ufficio stampa Trieste Airport)
Nello scalo del FVG la stessa tecnologia usata negli aeroporti di Londra e Barcellona. In totali 2.500 posti auto, con tariffe diversifica per utenza, distanze e tempi
CONDIVIDI
24434
(ph. Trieste Airport)
Attualità
13 marzo 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Trieste Airport)

Per garantirsi una gestione intelligente degli accessi ai parcheggi della nuova piattaforma intermodale, il management di Trieste Airport ha optato per il know how e le credenziali internazionali di CAME Spa, gruppo trevigiano, leader nella fornitura di soluzioni tecnologiche integrate per l’automazione, il controllo e la sicurezza di ambienti residenziali, pubblici e urbani, che può vantare esperienze maturate per gli aeroporti di Gatwick a Londra e di El Prat a Barcellona.

La soluzione sviluppata da CAME consentirà a Trieste Airport di gestire l’accesso alle 7 aree di parcheggio, che dispongono in totale di 2.500 posti auto - 4 parcheggi per circa 1.000 posti nel sedime aeroportuale e 3 nuovi parcheggi per circa 1.500 posti nel polo intermodale - con tariffe diversificate a seconda del tipo di utenza, della distanza dal terminal e del tempo di permanenza. 

Nell’area a ridosso degli accessi all’aerostazione sono stati installati dissuasori di protezione, che si interfacciano con il sistema di controllo accessi, per rendere più sicura l’area. Perno della soluzione realizzata da CAME per lo scalo triestino è un sistema di parcheggi off-street, con tecnologia cloud-based, che consente di gestire da remoto parcheggi e aree di sosta riservate, effettuando monitoraggi o interventi di assistenza.

Per gestire la vendita online di soste e servizi accessori, CAME ha sviluppato anche una nuova piattaforma di ticketing che si integra e si interfaccia con le  piattaforme di gestione della biglietteria aerea e ferroviaria. Il sistema è in grado di rilevare le date del viaggio presenti sui biglietti, definire i tempi di sosta nel posteggio e organizzare la sosta breve fronte terminal e fermata ferroviaria, la sosta lunga nelle altre aree o l’arrivo di autorità. Gli utenti potranno quindi accedere ai parcheggi con biglietti in formato QR Code acquistati online, pagando i titoli di viaggio tramite Telepass, o con abbonamenti in formato Rifd.

Trieste Airport sarà anche in grado di gestire le tariffe in maniera differenziata, con formule di abbonamento e servizi aeroportuali, riservati ai frequent flyer. Per i pendolari e i residenti abbonati che si recano quotidianamente al lavoro con autobus o treni interregionali, CAME ha sviluppato un sistema basato sulla lettura dei QR code presenti sui titoli di viaggio, che consente di fornire una tariffa di parcheggio dedicata.

Anche gli utenti dei servizi di ristorazione e dei negozi del Polo Intermodale potranno utilizzare i parcheggi con tariffe agevolate, grazie a piani di sconto personalizzati creati con la piattaforma tecnologica CAME. Il sistema è provvisto anche di un modulo di lettura e riconoscimento delle targhe italiane e internazionali, che permette di registrare, e associare a ogni transito, le immagini in alta definizione dei quattro lati della vettura in entrata, con la possibilità di visualizzarle effettuando una ricerca per targa o per biglietto. Anche l’accesso degli autobus nella nuova autostazione del polo intermodale è monitorato attraverso il sistema di lettura targhe. Come richiesto in fase di progetto, per garantire maggior sicurezza in tutte le aree di parcheggio, sono stati installati sistemi di videosorveglianza CAME.

Commenti (0)
Comment