Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Superata la prova del "dettato totale"

Società
26 aprile 2017

Udine premia le campionesse di russo

di redazione (fonte Ufficio stampa Università di Udine)
Tutte donne le vincitrici della speciale gara udinese svoltasi in contemporanea con centinaia di città in tutto il mondo
CONDIVIDI
19084
Da sinistra Rosanna Giaquinta con le vincitrici e alcuni partecipanti al Dettato totale (ph. uniud)
Società
26 aprile 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Università di Udine)

Le studentesse Linda Zamparo ed Erika De Marco, le neolaureate Michela Dilena e Ludmila Mogos, e la dottoranda Martina Napolitano, dell’Ateneo friulano, sono le vincitrici dell’edizione udinese del “Dettato totale in lingua russa”. Si tratta di una iniziativa didattica internazionale, composta dal dettato vero e proprio e da esercizi grammaticali, che si è svolta l’8 aprile, in contemporanea, in centinaia di città in tutto il mondo. Obiettivo del Dettato – aperto a tutti i russisti, professionali e non – è testare la propria conoscenza del russo e diffondere la cultura di una scrittura corretta della lingua.

A Udine la prova è stata organizzata per il secondo anno consecutivo dal Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società dell’Università con il coordinamento della dottoranda russa in “Studi linguistici e letterari”, Nadéžda Eliseeva, presente nell’Ateneo udinese nell’ambito del progetto europeo Erasmus Mundus “Iamonet.ru”. Alla giornata ha partecipato anche Arina Zhukarëva che, per conto dell’Università di San Pietroburgo, ha illustrato la possibilità di effettuare a Udine il test di certificazione della conoscenza della lingua russa TORFL-TRKI.

Alla proclamazione dei cinque vincitori, avvenuta a palazzo Antonini a Udine, sono intervenuti, fra gli altri, Rosanna Giaquinta, coordinatrice dei corsi di laurea in Lingue e letterature straniere e in Mediazione culturale e dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee e in Traduzione e mediazione culturale, ed Ettore Gherbezza, docente dell’Ateneo friulano specializzato in lingua e linguistica russa.

Zamparo è iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione culturale, De Marco al corso di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee, Dilena è laureata triennale in Mediazione culturale. Lingue dell'Europa centrale e orientale, Mogos è laureata magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee, mentre Napolitano segue il corso di dottorato in “Studi linguistici e letterari”.

Il Dettato è un gioco intellettuale internazionale unico nel suo genere che si tiene una volta l’anno, lo stesso giorno, alla stessa ora, seguendo il medesimo schema, ma con contenuti differenziati per gli stranieri e i russi madrelingua. Ideato una quindicina d’anni fa da un club studentesco dell’Università di Novosibirsk, in Russia, quest’anno l’iniziativa ha visto la partecipazione di oltre 34 mila persone all'interno della Federazione russa (di cui più di 20 mila solo a Mosca) e circa 18 mila in 70 altri paesi. In Russia il dettato si è svolto in 600 città, nel resto del mondo in 258 sedi.

Commenti (0)
Comment