Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

A sostegno della donazione di organi

Sport
24 giugno 2016

Basket friulano vincente e solidale

a cura della redazione
A Pulfero serata di festeggiamenti per APU e Libertas Udine dopo le promozioni in serie A. Spazio anche alla sensibilizzazione verso le persone meno fortunate
CONDIVIDI
14853
Il coach ligure APU Lino Lardo, primo in piedi da destra, riceve la bandiera del Friuli da Medves e Damele (ph. Foto Gallizia)
Sport
24 giugno 2016 della redazione

Emozione autentica a Pulfero nella conviviale voluta da AIDO Friuli e Vallimpiadi rappresentati da Daniele Damele e Massimo Medves, per festeggiare la promozione in serie A delle squadre di basket maschile e femminile di Udine, APU GSA e LIBERTAS BASKET SCHOOL DELSER.

La serata è stata caratterizzata dalla riflessione sul futuro del basket friulano e sul tema dell’etica nello sport, ma ha anche voluto essere un momento di sensibilizzazione sulla donazione di organi e la ricerca scientifica contro il cancro.

Tra i numerosi presenti hanno preso la parola, assieme al coach GSA Lino Lardo, il giocatore Michele Ferrari, Davide Micalich, general manager APU (presenti anche il team manager Carlo Nobile e l’addetto stampa Massimo Fontanini) e poi il presidente della LIBERTAS BASKET SCHOOL, Leonardo de Biase, il coach Valdi Medeot, la capitana Debora Vicenzotti e l’allenatrice delle giovanili Malì Pomilio che, al pari di de Biase, ha insistito sugli stili di vita corretti per i giovani. Per la squadra femminile di basket erano presenti anche le giocatrici Caterina Bianco, Arianna Beltrame, Elisa Mancabelli e il dirigente Antonio Tonizzo.

Molte le autorità e gli sportivi presenti a partire dal runner paralimpico, Luca Campeotto, sino ai sindaci di Pulfero, Gemona, Moggio Udinese, San Pietro al Natisone, Savogna e Torreano.

Commenti (0)
Comment