Udine, la prima rivista scientifica in Friulano

imagazine_icona

redazione

15 Aprile 2014
Reading Time: 2 minutes

Presentata in Provincia

Condividi

“Questa rivista di alto profilo scientifico è una dimostrazione di come si possano insegnare e divulgare le scienze anche utilizzando la lingua friulana; del resto la dignità e il futuro di una lingua si misurano sulla sua potenzialità e capacità di esprimere i concetti più alti della moderna cultura scientifica e tecnologica”. Questo il commento del presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini in relazione a Cîl & Tiere (Cielo & Terra), la prima rivista di divulgazione scientifica in marilenghe presentata a palazzo Belgrado nell’ambito degli appuntamenti in programma per la Festa del Friuli.

Il primo numero della pubblicazione, edita dalla casa editrice Forum e diretta da Marzio Strassoldo, propone un’intervista al rettore dell’Università di Udine, Alberto  Felice De Toni e, in relazione ai settori in cui si suddivide (macroeconomia, fisica, meteorologia, biologia, economia ambientale, chimica e neuroscienze), articoli di approfondimento sul prodotto interno lordo quale indicatore di benessere, sul clima e l’inquinamento, sull’evoluzione della vita sulla terra, sul valore dell’agricoltura per la società, sul cemento armato e le tecniche antisismiche, sul collegamento fra neuroscienze e meditazione.

In collaborazione con la Società scientifica e tecnologica friulana, l’Arlef e con il patrocinio del Cirf (Centro interdipartimentale universitario della ricerca sulla cultura e la lingua del Friuli), “questa rivista – spiega il direttore Strassoldo – intende offrire un contributo al lavoro di tutti coloro che nella scuola, nell’università, nelle aziende intendono adoperare e diffondere la marilenghe”.

La presentazione è stata moderata dal direttore del Cirf, Paolo Pascolo e ha visto la partecipazione anche del sindaco di Udine Furio Honsell, di Lorenzo Fabbro, presidente Arlef, di Federico Vicario, presidente della Società filologica friulana, di Pietro Pittaro, presidente di Ente Friuli nel mondo, e di Alessandra Burelli in rappresentanza della Società scientifica e tecnologica friulana. 

Condividi