Staranzano, il Comune apre ai giovani

imagazine livio nonis

Livio Nonis

19 Marzo 2021
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Incrementati i tirocini curriculari con gli universitari

Condividi

Negli uffici dell’amministrazione comunale di Staranzano già da anni i giovani, attraverso i bandi per il servizio civile, hanno svolto diverse attività, soprattutto nel settore dei servizi culturali e sociali e attivato convenzioni per tirocini volti allo svolgimento di tesi di laurea presso la Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo.

Nel corso del 2020 e dei primi mesi del 2021 l'amministrazione comunale ha anche siglato convenzioni con l'Università di Trieste – Facoltà di Architettura polo di Gorizia e l’Università di Udine per avviare tirocini curriculari pre e post laurea sia nel settore della progettazione urbana e architettonica sia in quello culturale dei beni archivistici.

Nel corso del 2020 sono stati così svolti presso l'ufficio tecnico due tirocini di studenti laureandi e laureati in architettura, impegnati in attività dedicate alla progettazione degli spazi urbani pubblici e nello studio di efficientamento energetico di edifici scolastici. Nell'anno accademico in corso si stanno sviluppando due tesi di laurea incentrate sulle tematiche paesaggistiche e urbanistiche del territorio staranzanese, correlate al percorso di studio per la stesura del nuovo piano regolatore e dei piani di settore dedicati alla mobilità sostenibile.

Nei prossimi mesi partiranno altri tirocini formativi, dedicati sia alla progettazione architettonica sia alla promozione turistica e al marketing territoriale.  Grazie all’adesione del comune al progetto  POR FSE 2014-2020 co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo e dalla regione FVG per le Politiche Attive per il Lavoro nell’ambito dei beni culturali, artistici e del turismo partirà a primavera lo stage di 400 ore per la formazione di un consulente in marketing territoriale che si impegnerà in attività volte all’ideazione, gestione e promozione dei progetti di promozione turistica e culturale del territorio, organizzazione di eventi e gestione degli strumenti di comunicazione digitale.

“L’Onu – ricorda Manuela Tomadin, assessore comunale al turismo – ha dichiarato il 2021 l'anno dell'economia creativa per lo sviluppo sostenibile. Le industrie creative rappresentano attualmente il 3% del Pil globale ma in ambito mondiale è uno dei settori dell'economia in più rapida crescita e, potrà raggiungere il 10% del Pil globale nei prossimi anni. Promozione culturale e turistica, creatività ed economia digitale costituiscono il potenziale dell’economia creativa, soprattutto pensando ai giovani ed alla correlazione tra educazione tecnologica e gap device, ovvero il divario generazionale nelle competenze legate all’uso e linguaggio degli strumenti digitali. Reinventare nuovi modi di fruire l’arte, il patrimonio culturale e ambientale attraverso varie forme di spettacolo, contaminate anche dai nuovi media comunicativi, sono attività che possono offrire l’occasione per lavorare su tematiche sociali, generare nuove funzioni negli spazi pubblici, stimolare la partecipazione sociale, promuovere aspetti educativi volti a incentivare comportamenti sostenibili con l’ambiente. Crediamo che lo scopo dei tirocini curriculari sia proprio quello di avvicinare i giovani al loro territorio, offrire argomenti di studio e approfondimento professionale, e promuovere così una mentalità imprenditoriale e un approccio sostenibile e olistico ai temi della progettazione architettonica, urbanistica e promozione del territorio”.

Anche l'assessore alla Cultura, Roberta Russi, ha promosso attraverso la Biblioteca una collaborazione con l'Università di Udine per ospitare studenti e studentesse delle facoltà di lettere e del corso di laurea in conservazione dei beni culturali al fine di effettuare specifici tirocini nella gestione del patrimonio librario e nella promozione delle attività culturali.

L’invito a presentare le candidature per gli stage è rivolto a studenti e studentesse che intendono svolgere il tirocinio curriculare e a laureandi che intendono approfondire con la tesi di laurea i molteplici temi che vengono affrontati nei diversi ambiti di azione dell’amministrazione. Possono accedere sia studenti e studentesse iscritti alla laurea triennale sia alla laurea magistrale e/o a ciclo continuo. Vengono richieste conoscenze base come l'utilizzo dei principali programmi Office (Word, Excel), e per il settore tecnico la pratica nell’uso di programmi di grafica 2D e 3D, una buona capacità di navigazione in rete, la conoscenza di base della lingua inglese ed una buona predisposizione alle relazioni con utenza di tutte le età.

Per l'invio delle candidature inviare una mail al referente della biblioteca marco.chiandoni@com-staranzano.regione.fvg.it e per il settore tecnico urbanistica@com-staranzano.regione.fvg.it

Visited 5 times, 1 visit(s) today