Shakespeare apre la stagione teatrale di Palmanova

imagazine_icona

redazione

11 Ottobre 2022
Reading Time: 4 minutes

Cartellone promosso da Comune e ERT

Condividi

Presentata la Stagione 2022/2023 del Teatro Gustavo Modena. Sono sette gli appuntamenti di prosa, musica e danza inseriti nel cartellone promosso dal Comune di Palmanova e dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia con il sostegno della Regione FVG.

La stagione inizierà con uno degli autori più rappresentati della storia del Teatro. Domenica 13 novembre andrà in scena Il mercante di Venezia di William Shakespeare nella traduzione di Masolino D’Amico e nell’allestimento del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia per la regia di Paolo Valerio. La complessa e sfaccettata figura dell’usuraio Shylock sarà interpretata da Franco Branciaroli, stella in un cast di attori di assoluto livello. 

È un sogno di molti quello di potersi esibire su un palcoscenico prestigioso insieme a uno dei propri allievi più brillanti e, viceversa, insieme al proprio maestro. Questo accadrà al Teatro Modena venerdì 2 dicembre con i pianisti Luca Trabucco e Matteo Bevilacqua, accompagnati dalla FVG Orchestra diretta da Paolo Paroni, per il concerto Il maestro e l’allievo. In programma pagine di Ravel e Debussy.

Tradimenti, testo del premio Nobel Harold Pinter, inaugura il 2022 teatrale di Palmanova giovedì 19 gennaio. La narrazione della vicenda di un triangolo amoroso, raccontato a partire dalla sua conclusione per giungere alla genesi, è affidata a Stefano Braschi, Stefania Medri e Michele Sinisi che ne cura anche la regia.

Venerdì 3 febbraio – diretti da Marco Rampoldi – Laura Curino, Antonio Cornacchione, Max Pisu, Rita Pelusio saliranno sul palco per portare in scena Pigiama per sei di Marc Camoletti. Un meccanismo perfetto in cui i ruoli si scambiano, si intrecciano e si deformano fino al punto in cui nessuno sa più che personaggio sta interpretando. Uno spettacolo lieve, veloce, divertente, che non rinuncia però a fare uno spaccato impietoso della vacuità che caratterizza i rapporti umani. 

La danza incontra la scultura martedì 7 marzo con il nuovo lavoro della RBR Dance Company | Gli illusionisti della danza: Canova Svelato. Giochi di luce, musiche incalzanti e un cast di ballerini-acrobati anima le opere del principale scultore del Neoclassicismo, dando loro una nuova vita e stimolando la riflessione in chi guarda. Non solo emozione, ma anche il bisogno di prendersi cura del nostro mondo prima che svanisca, come un’illusione.

Farà tappa a Palmanova giovedì 23 marzo la tournée di Gioele Dix con il suo nuovo spettacolo: La corsa dietro il vento – Dino Buzzati o l’incanto del mondo. I testi dello scrittore bellunese sono uno spunto per restituire al pubblico un avvincente mosaico di personaggi e vicende umane. Sul palco insieme a Dix, la giovane Valentina Cardinali.

La chiusura della Stagione 2022/2023 del Teatro Modena è affidata a Lella Costa. Mercoledì 19 aprile riflettori accesi sulle donne illustri e incredibili protagoniste di Se non posso ballare… non è la mia rivoluzione, testo di Serena Dandini, interpretato dall’attrice milanese diretta da Serena Sinigaglia. Molto più di un catalogo di voci valorose, ma la necessaria condivisione del segno che tante donne, spesso dimenticate, hanno lasciato sulla nostra storia.

La grande novità della stagione è rappresentata dal progetto A Teatro | Dalla scuola alla sala attraverso cui il Comune avvia un percorso di collaborazione con le scuole secondarie di secondo grado finalizzato all’avvicinamento al teatro. Gli studenti dell’Istituto Einaudi/Mattei di Palmanova svolgeranno un percorso didattico con insegnanti, un attore professionista e una psicologa per entrare e comprendere i meccanismi di un’opera teatrale, dal testo alla recitazione, passando alla messa in scena. Con la mediazione della psicologa, inoltre, verranno approfondite le tematiche legate agli stereotipi. Tre sono gli spettacoli individuati all’interno del cartellone: Il mercante di Venezia, Se non posso ballare… non è la mia rivoluzione e La corsa dietro il vento.

Un’ulteriore novità riguarda la collaborazione tra il Comune di Palmanova e i Comuni limitrofi per i quali il Gustavo Modena rappresenta il “teatro del territorio”. In questo senso, anche per dare un segnale ai soggetti culturali che hanno garantito in questi anni la vitalità delle comunità, la riduzione sui biglietti sarà estesa anche alle associazioni culturali dei Comuni di Aiello, Bagnaria Arsa, Bicinicco, Chiopris-Viscone, Gonars, Santa Maria La Longa, San Vito al Torre, Trivignano Udinese, Visco. Un modo per favorire il ritorno in sala, ma soprattutto per dare un riconoscimento al volontariato culturale e a tutti quei soggetti che costituiscono una rete che collabora nelle varie iniziative sul territorio.

«La stagione del Modena – afferma Silvia Savi, assessore alla Cultura di Palmanova, intervenuta assieme al sindaco Giuseppe Tellini – conferma la qualità della proposta dell’ERT. Anche quest’anno abbiamo mantenuto una varietà che abbraccia prosa, danza e musica. Le novità riguardano i progetti collaterali e le collaborazioni con cui l’amministrazione comunale intende favorire la crescita di un nuovo pubblico a partire dai giovani e dalle nostre scuole, oltre che dalle associazioni culturali del territorio. Ringrazio Renato Manzoni per la competenza e la dedizione mostrate, di cui sicuramente faremo ancora tesoro, e ringrazio l’Istituto Einaudi Mattei e le amministrazioni comunali che stanno collaborando a promuovere il ritorno a teatro».

Le fa eco il direttore dell’ERT, Renato Manzoni: «Di concerto con l’amministrazione comunale, come Circuito regionale portiamo avanti da sempre un attento lavoro sul territorio che punta a fidelizzare il pubblico attraverso una proposta culturale di grande qualità. Il cartellone del Teatro Modena può competere con i cartelloni dei maggiori teatri della regione». 

La campagna abbonamenti 2022/2023 si terrà in Teatro con il seguente calendario: rinnovo abbonamenti dal 18 al 22 ottobre dalle 17.30 alle 19.45; sottoscrizione nuovi abbonamenti dal 24 al 27 ottobre dalle 17.30 alle 19.45. La prevendita dei biglietti avverrà nei due giorni precedenti lo spettacolo, sempre in Teatro, dalle 17.30 alle 19.45 e il giorno dello spettacolo dalle 17.30.

Per informazioni telefonare allo 0432.924148 (Teatro Modena) oppure allo 0432.922131 (Ufficio Cultura del Comune), maggiori informazioni sugli spettacoli anche al sito ertfvg.it.

 

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Condividi