San Canzian, risorse culturali e turistiche a portata di click

imagazine livio nonis

Livio Nonis

11 Febbraio 2022
Reading Time: 3 minutes

Nuovo portale Scoprisancanziandisonzo.it

Condividi

È online l’applicazione realizzata dal Comune di San Canzian d’Isonzo con il contributo della Camera di Commercio Venezia Giulia – Fondo Gorizia e di PromoTurismo FVG per rendere visibili con un clic le risorse culturali e turistiche del territorio comunale.

“San Canzian d’Isonzo, un luogo ricco di storia ma anche un luogo ospitale da visitare e conoscere, approda al web per mostrare le sue potenzialità attrattive.  Tante finestre dalle quali guardare un territorio prodigo di bellezza e di storia, un’applicazione utile anche per chi ci vive in quanto consente di conoscere da quale importante passato ha origine la comunità di San Canzian d’Isonzo”, afferma l’assessore alla cultura, Flavia Moimas.

“È una grande soddisfazione essere riusciti a dare l’opportunità a tutti di visitare virtualmente l’antiquarium: grazie alla digitalizzazione è possibile oggi raggiungere un pubblico ampissimo con il racconto dei ritrovamenti archeologici e la storia delle origini di San Canzian d’Isonzo. Numerosi i video con commenti audio che si attivano cliccando sui reperti conservati all’interno e all’esterno dello spazio museale”, aggiunge il sindaco Claudio Fratta.  

La visita virtuale dell’Antiquarium consente per la prima volta di accedere attraverso il web ai contenuti del progetto realizzato con l’Università di Trieste – DiSU e confluito nel totem multimediale realizzato nel 2019 per i 1200 anni del toponimo con gli aggiornamenti delle archeologhe Paola Maggi e Giulia Mian e la collaborazione di Paola Ventura della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio del FVG.

È possibile così avere la possibilità di osservare i reperti che si trovano nell’Antiquarium, e, attraverso le varie finestre conoscerne la storia ed il significato e avere con il video-racconto l’approfondimento sul luogo di ritrovamento, periodo storico, etc.

Le versioni in tedesco e in inglese rese possibili dal contributo dell’Assessorato regionale alle Attività produttive consentiranno inoltre di intercettare l’interesse di turisti che, presenti in regione, vogliano scoprire il territorio in bici o in escursioni giornaliere percorrendo in sicurezza la rete delle ciclabili presenti e raggiungere i siti più interessanti.

Molto precisa è la parte dell’applicazione con la mappa e l’illustrazione dei percorsi ciclabili del territorio comunale curata da Luciano Dreos che, considerata la duttilità del mezzo tecnologico, verranno aggiornati via via che saranno aperte le piste già programmate e in corso di realizzazione in collegamento con la rete ciclabile regionale che porta a Grado e a nord, lungo l’Isonzo, verso Gorizia. La sezione riporta una descrizione particolareggiata dei percorsi con le caratteristiche paesaggistiche, la tipologia e i collegamenti alla viabilità del territorio.

Una rete comunale con 19 km di piste che rappresentano una buona attrattiva per gli amanti delle due ruote e per i camminatori.

Sono state prese in considerazione anche altre attrattive del territorio che possono suscitare l’interesse dei turisti quali attività agricole, artigianali e di ristorazione: la mappa interattiva vede incrociarsi la storia dei luoghi con le risorse e peculiarità naturalistiche e le attività produttive.

Sono stati inoltri prodotti adesivi con il QR code che verranno distribuiti nelle attività produttive del territorio per venir collocati su vetrine o porte e consentire alle persone di passaggio, attraverso l’inquadratura con smartphone del QR code, un rapido accesso e indirizzamento all’applicazione.

L’applicazione è stata sviluppata da Interfase srl di Trieste.

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Condividi