Un ascensore panoramico virtuale per vedere Palmanova dall’alto

Reading Time: 3 minutes
Condividi

Finanziato il progetto “Virtualift”. Una cabina esperienziale per mostrare a tutti la città stellata. Anche alle persone con disabilità

Condividi

Piazza Grande a Palmanova (ph. Comune di Palmanova)

PALMANOVA – Una cabina in cui simulare un ascensore virtuale, per rendere possibile a tutti i turisti la visione dal cielo della cinta muraria a forma di stella, architettura che le è valsa l’inserimento tra i beni mondiali patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Questo l’obiettivo del progetto Virtualiftvoluto dal Comune di Palmanova.

Attraverso l’installazione di schermi LED a elevata luminosità disposti ai lati e sul pavimento della cabina, verrà riprodotto il movimento di un ascensore panoramico, dal punto di ingresso reale fino al cielo, dove sarà possibile osservare la città stellata.

Chiuse le porte dell’ascensore, sarà possibile, attraverso una pulsantiera, selezionare l’altezza virtuale da raggiungere per poi venire trasportati, attraverso i video presenti, in un viaggio fatto di sensazioni, immagini e suoni.

Il Comune ha partecipato al bando regionale per l’attuazione dei Programmi regionali attuativi del FESR, ottenendo un finanziamento europeo da 100.000 euro per la realizzazione dell’opera che permetterà ai visitatori di vivere l’esperienza di un vero e proprio ascensore panoramico per la visualizzazione dall’alto della città di Palmanova.

Il progetto ha ottenuto un punteggio di 94, assicurandosi il primo posto tra le progettualità presentate a valere sul bando.

Il ruolo della Camera di Commercio

L’idea è stata messa a fuoco durante un incontro con il presidente della Camera di Commercio Giovanni Da Pozzo e il consigliere camerale Alessandro Tollon a Palmanova per lanciare un progetto innovativo che guardi al turismo del futuro.

La Camera di Commercio Pordenone-Udine, che sta collaborando con il Comune di Palmanova nell’ideazione e realizzazione dell’ascensore virtuale, ha deliberato un contributo di 10.000 euro a copertura delle spese per l’idea progettuale dell’infrastruttura tecnologica.

L’ente camerale, peraltro, da oltre un decennio, è tra i protagonisti di Mirabilia, la rete fra le Cciaa italiane che ospitano siti Unesco e collabora attivamente per lo sviluppo di iniziative per valorizzarne al meglio le economie e lo sviluppo.

Il Virtualift è un concentrato di tecnologia: schermi LED ad alta definizione, simulatori dinamici, effetti sonori. Il visitatore sarà immerso in una esperienza unica, senza l’ausilio di alcun tipo di dispositivo. I video saranno integrati con infografica ed effetti speciali, in modo da fornire al visitatore ulteriori informazioni (turistiche, storiche o altro).

Sarà poi possibile implementare l’esperienza con ulteriori contenuti video (come volo sulla città, visione notturna, viaggi nel tempo, immagini satellitari e altro), selezionabili da una classica pulsantiera di ascensore.

Accessibile a tutti

“Sorvolare Palmanova in elicottero o in mongolfiera – spiega il sindaco Giuseppe Tellini – resta un’esperienza unica ma limitata a pochi e condizionata da molte difficoltà gestionali. Questa è un’ottima soluzione per vivere un’esperienza quanto più vicina a quella autentica”.

“Ringraziamo la Camera di Commercio Pordenone-Udine per averci stimolato e sostenuto in questo progetto unico al mondo. Il Virtual lift – aggiunge Silvia Savi, assessore comunale a cultura e turismo – amplia il target dei visitatori del sito Unesco di Palmanova rendendo inclusiva l’esperienza della vista della città stellata anche ai disabili, alle persone con ridotte capacità motorie o sensoriali e a tutti i visitatori che per vari motivi sono solitamente esclusi dai percorsi di visita sulla cinta bastionata. La fruizione della Fortezza sarà completamente rivoluzionata, permettendo un’innovativa comprensione delle sue forme e strutture, nonché dando la possibilità ai turisti, anche in poco tempo e con limitati spostamenti, di apprezzarne struttura e forma”.

L’ascensore virtuale sarà collocato nel giardino del Museo Civico e messo a sistema con la Sala Multimediale aperta da gennaio.

Visited 69 times, 1 visit(s) today