Romans, torna la giornata ecologica

imagazine_icona

redazione

8 Ottobre 2020
Reading Time: 2 minutes

Sabato 10 ottobre

Condividi

L'emergenza sanitaria non ferma l'impegno ambientalista a Romans d'Isonzo: l’amministrazione comunale, in collaborazione con varie realtà associative locali, ha infatti organizzato per sabato 10 ottobre l'annuale giornata ecologica “Puliamo il Mondo”.

L'iniziativa, aperta alla partecipazione di tutti, si svolgerà nel rispetto delle disposizioni anti-contagio: «In ogni caso, per la maggior sicurezza possibile – precisa l'assessore all'ambiente, Alessio Bosch -, sarebbe opportuno che quanti sono intenzionati ad aderire a questo importante progetto comunicassero la propria presenza all'ufficio cultura, contattabile al numero 0481 966904 o via mail all'indirizzo ufficio.cultura@comune.romans.go.it. Il ritrovo è fissato alle 9.30 presso il Bocciodromo comunale e le attività di pulizia del territorio si protrarranno per tutta la mattinata, sotto il coordinamento dell'associazione giovanile Royoung, che guiderà le varie squadre di volontari. Determinante il supporto della stessa Bocciofila, della locale sezione alpini, che preparerà una merenda, e del gruppo comunale di Protezione civile».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel team promotore dell'iniziativa rientra anche l'associazione Meetyou, che si occuperà della sezione pomeridiana di “Puliamo il Mondo”: nel Centro del Riuso “Robonons” di via Pedret, struttura in cui è possibile conferire materiali riutilizzabili, dei generi più vari, sarà infatti proposta una speciale raccolta di giocattoli usati. «Il Centro – annuncia l'assessore – resterà aperto, in via straordinaria, anche nel pomeriggio, dalle ore 15 alle 17. I giochi donati saranno destinati a un mercatino solidale che si inserirà nella cornice della tradizionale Fiera di Santa Elisabetta, in calendario a Romans per sabato 14 e domenica 15 novembre».

In caso di maltempo la mattinata ecologica verrà rinviata a data da destinarsi. Si svolgerà invece comunque la raccolta di giocattoli al “Robonons”.

Condividi