Respirare arte sull’Isola di Anfora

imagazine_icona

redazione

19 Giugno 2024 , ,
Reading Time: 4 minutes
Condividi

Torna la residenza d’artista nell’ambito del progetto “Dentro la laguna”. Strettamente connesso agli eventi per il centenario della nascita di Giuseppe Zigaina

Condividi

Panoramica dall’Isola di Anfora

GRADO – Ha inizio con l’omaggio a Giuseppe Zigaina nel centenario della sua nascita la rassegna di arte contemporanea 2024 curata da Eva Comuzzi e Orietta Masin che propone un progetto articolato in due parti dal titolo DENTRO LA LAGUNA – Nel centenario della nascita di Giuseppe Zigaina e si inserisce tra gli eventi dedicati al Maestro che nel 2024 stanno animando il Friuli Venezia Giulia con mostre, convegni e incontri.

Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Friuli, è una sezione specifica della Rassegna di arte contemporanea 2024 LA POETICA DELLA MERAVIGLIA│PER UNA ARCHEOLOGIA DEL CONTEMPORANEO. Una rassegna promossa dal Circolo ARCI Cervignano APS e realizzata in partenariato con i Comuni di Cervignano del Friuli, Grado e San Michele al Tagliamento, con il Museo Archeologico di Aquileia e Associazione [A].

La prima parte del progetto si focalizzerà su Zigaina scrittore e ancor più su quei quattordici racconti autobiografici di una friulanità ‘aspra eppure dolcissima, aperta ai venti e ai tramonti, alle lucciole e allo sciabordio della laguna quando i remi toccano l’acqua per i suoi viaggi verso la Madonna di Barbana’, verso Mota Safon o l’isola di Anfora.

I racconti, pubblicati da Marsilio nel 1956 con il titolo Verso la laguna, ruotano tutti attorno al paesaggio lagunare gradese. Con questo progetto i racconti saranno tradotti in friulano per una pubblicazione che rappresenterà un inedito assoluto.

Terzo di Aquileia e Cervignano del Friuli accoglieranno le prime presentazioni pubbliche di questo volume che saranno introdotte da Francesca Agostinelli, curatrice con Vanja Strukelj del progetto Zigaina 100. Anatomia di una immagine (promosso dal Comune di Cervignano del Friuli e sostenuto dalla regione Friuli Venezia Giulia), e accompagnate da un progetto musicale inedito, sui testi del Maestro Zigaina, realizzato da Fabrizio Citossi, chitarrista e leader dei Rive No Tocje, gruppo fondato insieme al poeta Franco Polentarutti con l’intento di promuovere la diffusione della lingua friulana.

E l’ambiente lagunare sarà il palcoscenico anche della seconda parte oggetto di questa call.

Nel centenario della nascita di Zigaina, le curatrici, hanno deciso, infatti, di omaggiare il Maestro dedicandogli la quarta edizione della residenza d’artista sull’Isola di Anfora.

Un’edizione speciale, dal 18 al 25 agosto 2024, aperta ad artisti di ogni età (purché maggiorenni) e luogo di origine di cui risulti recente e documentata attività nell’ambito delle arti visive contemporanee.

Nell’isola di Anfora l’artista selezionato sarà ospite di Cristiano Tognon, chef, pescatore e profondo conoscitore delle tradizioni del posto oggi alle redini dell’attività di famiglia, presso l’albergo diffuso ricavato da una vecchia scuola elementare attiva fino agli anni Sessanta e alla adiacente trattoria Ai Ciodi.

L’isola nel tempo è diventata una meta molto conosciuta con una interessante doppia identità: quella turistica limitata alle ore del pranzo dove è possibile gustare il meglio della tradizione gradese, e quella del resto della giornata e della notte quando letteralmente si spopola (sono presenti solo alcune persone di servizio) e regala il privilegio di stare a stretto contatto con la natura con la consapevolezza di non avere nulla attorno se non il silenzioso paesaggio d’acqua e il rallentare dello scorrere del tempo.

La residenza sull’Isola di Anfora (entrata a far parte, dal 2023, di una rete internazionale di residenze che coinvolge Finlandia, Albania, Italia e Lituania, in un progetto europeo ideato dalla finlandese Myymälä2 Gallery) si allontana dal concetto canonico di residenze: è un periodo di una settimana vissuto da un solo artista a stretto contatto con lo spazio naturale che lo accoglie, con i suoi ritmi, in una convivenza con situazioni che possono essere spunto di riflessione e trasformazione continue. Secondo le curatrici, uno stimolo per le nuove generazioni di artisti a conoscere maggiormente la vita e le opere di Zigaina, a ricercare una continua e originale evoluzione declinata nel segno di una libertà di pensiero e di creatività mai venuta meno a questo grande artista.

Zigaina, infatti, ha saputo coniugare con grande sensibilità, forza e tenacia, uomo e natura, tema sociale e visione introspettiva, tradizione e avanguardia, ricerca e intuizione fondendoli in un intenso percorso artistico, sempre sotteso da una costante sperimentazione.

Gli artisti interessati potranno scaricare l’avviso e la domanda di partecipazione al link: https://drive.google.com/file/d/1ebY9g5EgpvvDuumnhDAUD9aZ0C6Aszi4/view?usp=drive_link e inviare il progetto entro le ore 24 del 31 luglio 2024 all’indirizzo emal: orietta.masin@alice.it

La seconda parte del progetto DENTRO LA LAGUNA – Nel centenario della nascita di Giuseppe Zigaina si concluderà, tra settembre e dicembre 2024, quando ‘navigando’ verso la laguna di Marano Lagunare, una personale dell’artista in residenza sarà all’interno della rassegna di arte contemporanea Arte tra le calli, curata dall’Associazione [A].

Mentre la Casa della Musica di Cervignano del Friuli ospiterà la restituzione del progetto della residenza in un percorso espositivo che rappresenta un’importante occasione di condivisione e di confronto con il pubblico.

Visited 50 times, 1 visit(s) today