Pordenonelegge, inaugurazione con David Grossman

imagazine_icona

redazione

10 Luglio 2014
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Il via mercoledì 17 settembre

Condividi

Dal 17 al 21 settembre si rinnova l’appuntamento con pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori: è la quindicesima edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana, curata da Gian Mario Villalta (direttore artistico) con Alberto Garlini e Valentina Gasparet, promossa dalla Fondazione pordenonelegge.

Di straordinaria rilevanza si annuncia la presenza di autori stranieri: sarà infatti uno degli scrittori più amati, l’israeliano David Grossman, a inaugurare il festival mercoledì 17 settembre, per raccontare la sua vita di scrittore in un Paese provato dalla storia. E al festival farà tappa Hanif Kureishi per accompagnare i presenti nell’India degli anni Settanta dove uno scrittore in crisi si trova a scrivere una biografia che lo costringe a mettere in relazione la sua generazione con quella venuta prima di lui.

Fra i grandi protagonisti stranieri anche la canadese Margaret Atwood, che in anteprima racconterà il suo ultimo romanzo, e ancora Chuck PalahniukJamaica KincaidNicolai LilinVladimir Kantor, il russo Evegenij Vodolazkin, il bulgaro Georgi Gospodinov, la scrittrice ceca Petra Soukupova, il danese Simon Pasternak, lo svedese Hakan Nesser, la scrittrice francese Katherine Pancol, l’inglese Michael Dobbs, lo scrittore algerino Yasmina  Khadra, la finalista del prestigioso Booker Prize Deborah Levy, l’australiana Hannah Kent, l’austriaca Maja Haderlap, oltre aRicardo Menéndez SalmonCaleb CrainKim Thùy, David Van Reybrouck e Gabriel Pacheco.

Anche quest’anno a pordenonelegge.it ci saranno i grandi nomi della letteratura italiana, con un programma che unisce firme consacrate a scrittori esordienti. Innanzitutto, a pochi giorni dall’uscita, il festival festeggerà il ritorno alla narrativa di Corrado Augias. I fratelli CarofiglioGianrico e Francesco, parleranno del loro romanzo scritto a quattro mani. Un altro libro scritto a quattro mai è quello di Milena Agus e Luciana Castellina. Con Francesco Piccolo, parleremo del libro vincitore dell’ultimo premio Strega. Ci saranno altri due finalisti dello Strega, Antonio Scurati e Francesco Pecoraro, oltre a Tullio AvoledoTiziano ScarpaElena Stancanelli, Andrea De CarloGianni Biondillo, Marco MalvaldiElisabetta RasyVeit HeinichenMauro Corona, Angela Staude Terzani, Donato CarrisiAndrea VitaliCarlo Lucarelli, Nicola Lagioia, Francesco Durante, Sandra Petrignani, Boris Pahor.

pordenonelegge 2014 incrocia inoltre la storia, la scienza, la filosofia, l’economia e l’attualità con Ulrich Beck, John D. Barrow, Vito Mancuso, Massimo Cacciari, René Major, Massimo Recalcati, Alan Friedman, Paolo Mieli, Beppe Severgnini, Giulio Giorello, Giacomo Marramao, Luciano Canfora in dialogo con Miska Ruggeri. Si parlerà anche di spettacolo, con Giancarlo Giannini, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Giulio Scarpati, Alessandro Bergonzoni, Krzysztof Zanussi, Giorgio Diritti.

Con il progetto speciale di pordenonelegge La Mappa dei sentimenti, al festival si presenteranno otto racconti inediti su otto sentimenti: la speranza, l’odio, l’inquietudine, l’invidia, la gelosia, l’amore, la felicità e l’amicizia. Li firmeranno e leggeranno in anteprima a pordenonelegge Tullio Avoledo, Marcello Fois, Michele Mari, Rossella Milone, Giulio Mozzi, Valeria Parrella, Antonio Pascale e Laura Pugno.

La storia dell’arte sarà al centro di due incontri con altrettanti maestri della critica: Vittorio Sgarbi terrà una lezione sui tesori dell’arte, Flavio Caroli parlerà invece in anteprima assoluta del suo nuovo saggio sui rapporti fra arte e psicanalisi.

Di primissimo piano, anche gli incontri dedicati alla scienza. Il fisico Etienne Klein  parlerà di Ettore Majorana, il «fisico assoluto», smarcandosi dalle differenti tesi proposte sulla sua misteriosa scomparsa. Stefano Moriggi Gustavo Pietropolli Charmet si chiederanno come in un tempo di crisi e di incertezze come il nostro possiamo ancora dirci felici. Il fisico Carlo Rovelli regalerà al pubblico di pordenonelegge un racconto appassionato della fisica dalle sue origini nella filosofia greca fino alla meccanica quantistica. Mentre uno dei più noti scienziati a livello internazionale, John D. Barrow, terrà una Lectio Magistralis sul concetto di infinito.   Nell’orizzonte di pordenonelegge la poesia è sempre ben visibile, tanto da creare quasi un piccolo festival nel festival più grande, e da caratterizzare Pordenone, a coronamento di un’intensa attività che dura tutto l’anno, come una riconoscibile Città della Poesia.

Per approfondimenti: www.pordenonelegge.it

Visited 2 times, 1 visit(s) today