Palmanova, 122.000 euro per la valorizzazione dei Bastioni

imagazine_icona

redazione

15 Aprile 2020
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Finanziamento regionale

Condividi

Per il secondo anno, grazie alla legge 11 del 2019, i Bastioni di Palmanova, patrimonio UNESCO dal luglio 2017, potranno beneficiare di un finanziamento per la loro valorizzazione. Per il 2020, la Regione FVG ha infatti concesso 122.000 euro.

Oltre a Palmanova, sono stati finanziati anche i Comuni di Cividale del Friuli (“I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.)”) e Caneva (“Siti palafitticoli preistorici delle Alpi”): il primo con 50.000 euro e il secondo con 110.000 euro.

“Con questi fondi sarà possibile procedere a sfalci della vegetazione presente sulle cinte murarie, all’acquisto di arredo urbano come panchine o tavoli, alla manutenzione dei sentieri e alla concretizzazione finale della sala visite multimediale nel sotto tetto dell’ex Caserma Filzi”, commenta il sindaco, Francesco Martines.

“All’ultimo piano dello stabile napoleonico – sottolinea Luca Piani, assessore con delega ai Bastioni – si è infatti concluso il rifacimento completo del tetto (fortemente compromesso da infiltrazioni d’acqua piovana). Qui sarà possibile allestire una zona riparata e coperta, dove poter accogliere le comitive di turisti, illustrare la storia e le bellezze di Palmanova attraverso allestimenti e supporti multimediali. I visitatori potranno proseguire poi il tour lungo il vicino percorso di visita alle gallerie della Fortezze e a Baluardo Donato. Si aggiunge così un ulteriore tassello a quel percorso di visita che, anno dopo anno, si sta strutturando e che si concluderà con la realizzazione della stazione delle corriere nell’ex caserma Ederle, con la sistemazione dell’area circostante e con la riqualificazione della Torre Piezometrica come punto d’osservazione panoramico sulle mura UNESCO”.

Nel 2019 il Comune di Palmanova ha ricevuto, sempre grazie alla stessa legge regionale, 130.000 euro. Questi sono stati utilizzati per incrementare l’attività di sfalcio, anche con l’utilizzo di nuovi mezzi in grado di raggiungere parti più impervie delle mura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Grazie agli stessi fondi è stato possibile organizzare la mostra Leonardo da Vinci e le Arti Nuove, che tanto successo ha ottenuto, arrivando a oltre 7.000 visitatori. Con la restante parte stiamo realizzando l’intera cartellonistica turistica della città: oltre 80 cartelli che, attraverso tre percorsi guidati, accompagneranno i turisti alla scoperta di Bastioni e città”, conclude Adriana Danielis, assessore comunale alla cultura e turismo.

Visited 1 times, 1 visit(s) today