Pallacanestro Trieste, work in progress

imagazine james nevati

James Nevati

13 Novembre 2023
Reading Time: 2 minutes

Il successo 86-79 nel derby contro Cividale consolida il terzo posto. Ma la squadra è ancora un cantiere aperto

Condividi

TRIESTE – Dopo una vittoria, il bicchiere va sempre visto mezzo pieno. Ma per non farsi illudere è importante restare con i piedi ben piantati a terra.

Pallacanestro Trieste si conferma regina dei derby, sconfiggendo tra le mura amiche anche Cividale dopo il successo sulla sirena di una settimana fa contro Udine.

Una gara decisa nel minuto finale, dopo che gli uomini di Jamion Christian hanno fatto di tutto per tenere aperto un match da chiudere in almeno un paio di occasioni, senza dover correre inutili rischi in volata.

Contro la Gesteco l’attacco ha girato finalmente bene, complice per assurdo l’assenza di Brooks che ha “obbligato” a un miglior coinvolgimento del collettivo e a una gestione più ragionata dei possessi, sfociati in conclusioni più pulite rispetto al derby contro Udine, come testimoniato dalle percentuali al tiro, non ancora infallibili ma decisamente in crescita rispetto ai numeri drammatici di una settimana fa.

Il gm Michael Arcieri e coach Christian hanno confermato a fine gara che il cantiere è ancora in lavorazione: “Work in progress” il mantra che spopola da inizio stagione.

Il prossimo week end a Rimini si concluderà l’andata del girone “Rosso”. L’attuale terzo posto in classifica lascia aperti tutti i discorsi, mentre il recupero di mercoledì tra Udine e Fortitudo, così come la trasferta dei bianconeri friulani in casa dell’attuale seconda forza, Forlì, domenica prossima, daranno un primo assestamento alla classifica in vista delle gare di ritorno.

Per ora Trieste c’è, senza esaltare né convincere appieno. Ma c’è. Se poi il cantiere dovesse finalmente chiudere e mostrare fondamenta solide, la scalata verso la massima serie potrebbe essere una sfida realmente aperta.

 

Visited 16 times, 1 visit(s) today
Condividi