L’uomo che insegna a navigare il vento

imagazine_icona

redazione

29 Luglio 2016
Reading Time: < 1 minute

Riconoscimento per Manlio Rupnich

Condividi

Classe 1940, in barca a vela fin da quando aveva undici anni. Ora, a quelli di undici anni, insegna a fare e disfare i nodi marinai, scoprire i loro nomi e le loro funzioni, amare il mare e il vento. Per questo e per i meriti sportivi guadagnati negli anni, Manlio Rupnich ha ricevuto dalle mani del Presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta un riconoscimento: sulla targa, a fianco al nome, è incisa la scritta “L’uomo che insegna a navigare il vento”.

Un modo per ringraziare l’uomo, l’atleta e l’insegnate. Nato e residente a Monfalcone, ha iniziato da subito l’attività velica nella Società Vela Oscar Cosulich. Nel 1953 ha partecipato al campionato Italiano di vela sul Lago di Como. Nel 1966 a quello Europeo e alla Coppa d’oro nella classe Dragone a Copenaghen. Dal 1965 Manio Rupnich è istruttore Federale, insegnando poi nella prestigiosa scuola “Tito Nordio” e sul Lago di Garda.

Agli stessi anni risale l’inizio del proficuo rapporto con Annibale Pelaschier con cui ha costruito le barche a vela classe Finn e Dinghy.

Molte le gare e regate a cui ha partecipato, vincendo la Barcolana nel 1984 e nel 1986.

Dal 2014, dopo esser diventato nonno, ha cominciato a insegnare i rudimenti della vela ai bambini delle scuole elementari. Così è iniziata la collaborazione con la scuola primaria Duca d’Aosta di Monfalcone e con la scuola Vittorino da Feltre di Ronchi dei Legionari.

Visited 7 times, 1 visit(s) today
Condividi