La voce di Nada lancia l’estate di Grado

imagazine margherita reguitti

Margherita Reguitti

24 Giugno 2017
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Al via il “Sun&Sounds Festival”

Condividi

Energia e spontaneità per raccontarsi senza filtri con una voce sempre potente, contenta di esibirsi davanti al mare. Nada sul palco allestito sulla Diga Nazario Sauro di Grado ha fatto ballare e cantare un pubblico di generazioni diverse. Il suo è stato un racconto rock-poetico di emozioni forti: sogni, ribellioni, paure e speranze.

Nella serata ha interpretato sue canzoni tratte dall'album La posa, uscito lo scorso aprile, che contiene successi del passato come Ma che freddo fa accanto a brani inediti. Nella scaletta densa anche brani del lavoro precedente L'amore devi seguirlo del 2016. Con testi diretti, graffianti, Nada ha raccontato di vite e amori complessi, donne alla ricerca di completezza e rispetto, ma anche di fatti dell'attualità. Come nel caso di La terrorista – “una donna sola , abbandonata, perché ha la faccia stanca, perché non ha niente in tasca, o di Ballata triste, testo che parla di femminicidio, con il quale ha vinto il Premio Amnesty 2017. Un testo di condanna per chi non ha fermato la mano di un uomo assassino della donna che diceva di amare.

“Un premio del quale – ha ricordato Nada – sono molto felice e orgogliosa. Ma allo stesso tempo non avrei mai pensato – ha proseguito l'artista toscana che esordì a 16 anni a San Remo nel 1969 – che un giovane papa ascoltasse una mia canzone”, riferendosi al brano Senza un perché, inserito nella colonna sonora del film di Sorrentino “The young pope”.

Sul palco, avvolto dal profumo di mare, era accompagnata dai cinque musicisti di Toys Orchestra. Il concerto, aperto dal cantautore e polistrumentista Massimo Bonano con un'anticipazione in acustica di un lavoro che uscirà a breve, è stato il primo appuntamento di Sun&Sounds Festival. La manifestazione proseguirà il 12 luglio con BurnsGolinelliHunt aka BGH, musicisti di Vasco Rossi in trio. In agosto saranno ospiti della rassegna Antonella Ruggiero e Giuliano Palma, rispettivamente domenica 13 e mercoledì 23 agosto, mentre chiuderà il cartellone il 3 settembre Marina Rei.

Oltre ai “big” il festival proporrà tre concerti a ingresso libero nel centro storico di Grado con gruppi emergenti che hanno già riscosso successo anche all’estero; in luglio il 3 si esibirà il trio Mari – O, il 24 al Parco delle Rose i Perpetuum Jazzile, il 29 sarà la volta di Matteo Pascotto e il 5 agosto il duo Lubian-Canciani in Orsetti Chiacchieroni.

Tutte le informazioni su  www.sunandsoundsfestival.it

Visited 4 times, 1 visit(s) today