Il tepore del sole autunnale

imagazine_icona

redazione

4 Settembre 2014
Reading Time: 2 minutes

Bad Kleinkirchheim

Condividi

Autunno non significa freddo, vento e giornate umide. Almeno non a Bad Kleinkirchheim dove i monti Nockberge, con il loro parco naturale, bloccano la nebbia, che rimane giù, più a valle. È un periodo di scarse piogge e di giornate luminose, dalle temperature dolci, con dei colori fantastici: i larici virano al giallo, in tutte le sue sfumature, e i pini cembri, una delle grandi ricchezze dei Nockberge, li abbracciano, con il loro verde intenso, profondo.

Sino a novembre, prima dell’avvio della stagione della neve, il clima è l’ideale per godersi lunghi trekking a piedi, escursioni in bicicletta e la ricchissima offerta di wellness delle terme. Ma è anche il periodo giusto per risparmiare, visto che i prezzi sono più bassi, e per farsi coccolare da ristoratori e albergatori. In paese ci sono meno ospiti e la gente ha più voglia di condividere, di scambiare due chiacchiere, di far conoscere le bellezze più nascoste di Bad Kleinkirchheim.

Tutto è ancora aperto. Ci sono gli impianti di risalita – ad esempio si sale con la cabinovia del Nationalparkbahn Brunnach sino al 2 novembre – i noleggi bici, con tanto di guide per chi ne avesse bisogno, e le mtb elettriche. Ci sono ristoranti blasonati e semplici rifugi dove gustare piatti tradizionali, agriturismi dove concedersi una Jause, una tipica merenda carinziana e dove, magari, fare uno shopping gustoso a base di formaggi, salumi, pane, miele e composte di frutta.

Ma, soprattutto, ci sono le terme, per trasformare la vacanza in una vera pausa di salute e benessere. Le Römerbad sono le terme più ampie e innovative dell’arco alpino: completamente rinnovate nel 2007 offrono, su 12.000 metri quadrati, tre livelli. Nell’area Noricum, circondati da un vero boschetto di pino cembro, ci si può concedere massaggi e trattamenti a base di erbe alpine locali e soprattutto di Speick, la valeriana celtica, raccolta solo sui monti Nockberge.

Se poi ancora non bastasse, ci sono tanti eventi. La Festa della Transumanza, con il ritorno del bestiame dagli alpeggi, il 13 settembre; il Rally Alpino Internazionale per auto d’epoca, una tradizione vecchia di cent’anni, dal 18 al 21 settembre, e poi il Giorno del ringraziamento a St. Oswald, con una fiera tradizionale, sempre il 21 settembre. Ma non basta. Il 26 ottobre è in programma la Giornata Escursionistica con Franz Klammer: si potrà sfidare il mitico Kaiser dello sci, in discesa, con scarponcini ai piedi e racchette da trekking tra le mani, lungo la pista che porta il suo nome.

Condividi