Il FVG rilancia il turismo accessibile

imagazine_icona

redazione

13 Giugno 2023
Reading Time: 2 minutes

Altezze, larghezze, presenza di ostacoli, presenza di tecnologie o supporti per accessibilità sensoriale e intellettiva: un sito web raccoglierà tutti i dati per scelte consapevoli

Condividi

DUINO AURISINA – Illustrati stamane a Sistiana i dettagli del progetto “Friuli Venezia Giulia, una regione per tutti“, avviato già nel 2015 assieme alla Consulta regionale delle associazioni di persone con disabilità e al Centro regionale d’informazione su barriere architettoniche e accessibilità (Criba) che prosegue con la prossima apertura di un sito internet dedicato al turismo accessibile in regione, e dell’iniziativa “A-mare il mare“, con cui la Regione partecipa al bando nazionale per accedere al Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità.

“In Friuli Venezia Giulia – ha affermato l’assessore regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini – in questi anni si è lavorato molto nell’ottica di un turismo alla portata di tutti. I risultati finora raggiunti sono anche merito di tanti volontari che si adoperano per aiutare le persone con disabilità a fruire delle opportunità presenti nel mondo del lavoro, dello sport, della cultura, ma anche ai diversi servizi e mezzi di trasporto pubblico. La Regione continua a impegnarsi per avvalersi dei fondi nazionali, compartecipando alle spese per il finanziamento dei progetti e sostenendo le realtà del settore. Un percorso virtuoso che ci ha visti protagonisti, ma che non deve fermarsi qui”.

Il sito web sarà attivato nei prossimi giorni all’indirizzo www.fvgpertutti.it e metterà in rete tutti i dati raccolti negli anni tramite il progetto “Friuli Venezia Giulia, una regione per tutti“, con lo scopo di renderli accessibili a chiunque.

Il sito è stato pensato per aiutare ogni utente a valutare autonomamente se il servizio ricercato è fruibile o meno in base alle proprie possibilità. Ogni risorsa mappata ha infatti una propria scheda che riporta tutte le informazioni utili come ad esempio altezze, larghezze, presenza di ostacoli, presenza di tecnologie o supporti per accessibilità sensoriale e intellettiva.

Il progetto “A-mare il mare” è invece la proposta presentata al ministero per la Disabilità rivolta alle zone costiere del Friuli Venezia Giulia, in risposta all’avviso pubblico nazionale per il sostegno di progetti per il turismo accessibile. Il finanziamento richiesto ammonta a 1,2 mln di euro (l’importo massimo concedibile alle regioni fino a 3 milioni di abitanti), cui aggiunge una quota di cofinanziamento regionale pari a 120mila euro.

Tra le principali azioni previste rientrano, ad esempio, l’esecuzione di rilievi tecnici finalizzati alla documentazione oggettiva dell’accessibilità delle risorse turistiche, l’organizzazione di incontri di formazione specifici per i diversi operatori del comparto turistico e l’acquisto di attrezzature dedicate agli stabilimenti balneari.

 

Condividi