Fare squadra per rilanciare il turismo

imagazine_icona

redazione

11 Aprile 2017
Reading Time: 2 minutes

L’esempio delle Grotte di Villanova

Condividi

La Grotta Nuova di Villanova ha siglato nuove convenzioni al fine di potenziare l’afflusso turistico su tutto il territorio. «Fare turismo – fa notare il presidente del Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova, Mauro Pinosa – non significa solo portare visitatori all’interno della propria struttura ma incentivarli a visitare l’intero territorio per portare benefici a tutto il comprensorio e ai tanti operatori turistici». 

Già da diversi anni, i gestori delle Grotte di Villanova propongono accordi di collaborazione con diverse realtà turistiche regionali. Le convenzioni prevedono sconti e agevolazioni per i turisti. È sufficiente conservare il biglietto d’ingresso e presentarlo agli enti convenzionati. Dal Parco Zoo Punta Verde di Lignano al Parco Avventura di Sella Nevea passando per la Grotta Gigante di Trieste e la Grotta di San Giovanni D’Antro di Pulfero, sono in tutto 13 le strutture turistiche convenzionate con le Grotte di Villanova.

«La maggior parte – sottolinea il direttivo – sono a tema naturalistico. Oltre a quelle già citate, ricordiamo anche la Casa delle Farfalle di Bordano, con cui è stata stipulata, tanti anni fa, la prima convenzione, la Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino, il Parco delle Prealpi Giulie, il Villaggio degli Orsi di Stupizza e molte altre realtà che sono elencate all’interno del nostro sito internet».

Quest’anno c’è una novità. Per la prima volta, le Grotte si uniscono a una realtà tematica diversa, conosciuta oltre i confini nazionali. È stata siglata, infatti, una convenzione con la Pro loco di Venzone che riguarda il Museo “Tiere Motus” e la Critpa delle Mummie. Presentando il biglietto intero delle Grotte sarà possibile ottenere una riduzione sugli ingressi al Museo e alla Cripta e viceversa. Ma c’è di più. Il Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova ha firmato convenzioni anche con alcuni ristoratori dei Comuni di Lusevera, Tarcento e Nimis. L’obiettivo è incentivare la ricettività e consentire ai turisti di conoscere l’enogastronomia locale a condizioni vantaggiose. Nei mesi di aprile e maggio, infine, in occasione delle festività, sono state programmate diverse aperture straordinarie. Il percorso turistico della Grotta Nuova, aperto tutte le domeniche, resterà aperto anche nei giorni di Pasqua, Pasquetta, 24 e 25 aprile e Primo Maggio.

Condividi