Dall’Isontino alla Bassa friulana aspettando il Festival del Giornalismo

imagazine_icona

redazione

30 Agosto 2021
Reading Time: 4 minutes

Dall’1 al 5 settembre

Condividi

Incominciano gli incontri itineranti di “Aspettando il Festival…”. Sei appuntamenti in sei comuni diversi dell’Isontino e della Bassa friulana dall’1 al 5 settembre inizieranno ad addentrare il pubblico nel vero e proprio cuore della manifestazione del Festival del Giornalismo che si terrà a Ronchi dei Legionari dal 7 all’11 settembre

Gli appuntamenti di “Aspettando il Festival…” si terranno a San Canzian d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, San Per d’Isonzo, Aquileia, Staranzano e a Sagrado e i temi affrontati saranno solo un assaggio di quelli che verranno trattati poi al Festival del Giornalismo.

“Aspettando il Festiva…” si aprirà mercoledì 1° settembre a San Canzian d’Isonzo (località Pieris) nello spazio antistante al Municipio in Largo Garibaldi. Alle 21 si parlerà di criminalità con la presentazione del giallo La fiamma spezzata di Giovanni Taranto, giornalista, scrittore e presidente dell’Osservatorio Permanente della Legalità di Torre Annunziata. L’incontro verrà moderato dal giornalista Omar Costantini. In caso di maltempo l’incontro si terrà nella Sala Civica della Casa delle Associazioni.

Giovedì 2 settembre a Fogliano Redipuglia un incontro dedicato al potere curativo dell’arte. In linea con il progetto di Arte e Territorio, Leali delle Notizie propone un appuntamento sull’impiego del cinema, della musica e della pittura nel perseguimento del benessere psicofisico delle persone. L’evento si terrà nel Piazzale retrostante il Palazzo Municipale in Via Fabio Filzi e le ospiti della serata saranno Stefania Abbenante, psicologa e psicoterapeuta specializzata in arteterapia, Irene Antonione, rappresentante FVG di MediCinema Italia in cui si usa il cinema a scopo curativo e riabilitativo, Cristina Feresin, giornalista e curatrice di mostre d’arte ed eventi culturali, Rita Marizza, pittrice, illustratrice e membro del Direttivo ArTeA (Arteterapeuti Associati), e Caterina Ravenna, musicista e musicoterapeuta. L’incontro sarà introdotto e moderato dal giornalista Oscar D’Agostino. In caso di maltempo l’incontro è spostato nella Sala dell’Oratorio Parrocchiale.

Venerdì 3 settembre a San Pier d’Isonzo si parlerà invece su come comunicare la Pandemia. L’incontro si terrà nella Piazzetta Nuovo Municipio alle 21 e interverranno: Nicola Cesaro, giornalista di Il Mattino di Padova, Romana Ranucci, giornalista e collaboratrice di Italpress, Riccardo Riccardi, assessore regionale alla Salute, alle Politiche Sociali, alla Disabilità e Delegato alla Protezione Civile, e Mirella Taranto, capo ufficio stampa dell’Istituto Superiore di Sanità. L’incontro sarà moderato dal giornalista Roberto Covaz. L’appuntamento rientra fra gli incontri deontologici promossi dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia e i giornalisti che vorranno partecipare potranno prenotarsi sulla piattaforma SiGef. In caso di maltempo l’evento di terrà nella Sala del Consiglio Comunale.

Sabato 4 settembre ci saranno invece due appuntamenti in due comuni diversi. Alle 10.30 si terrà nella Sala del Consigliare del Comune di Aquileia in Piazza Giuseppe Garibaldi un incontro con Giuseppe Costanza, autista sopravvissuto alla strage di Capaci. L’appuntamento è aperto al pubblico e saranno coinvolti anche gli studenti dell’istituto comprensivo Don Milani con letture sul tema della legalità, oltre ad avere l’opportunità di conversare con l’ospite. L’incontro verrà moderato dalla giornalista e scrittrice Antonella Napoli.

Alle 21 ci si sposterà invece a Staranzano nella Sala Peres situata al primo piano del Municipio con la presentazione del libro Il vestito azzurro. Un regime dimenticato e il coraggio di una giornalista di Antonella Napoli che racconta la sua esperienza di giornalista in Sudan durante la rivolta. L’autrice dialogherà col giornalista Giampaolo Mauro.

Gli appuntamenti di “Aspettando il Festival…” si concluderanno infine domenica 5 settembre nel Giardino del Castello Alimonda di Sagrado. Alle 21 si terrà la lettura scenica Dante Alighieri alla prova della contemporaneità a cura dell’attrice Sara Alzetta. Nel celebrare i 700 anni di anniversario dalla morte del sommo poeta, si metterà in luce come i temi trattati da Dante nella Divina Commedia siano universali e riguardino ancora la nostra società contemporanea, in quanto ancora oggi le passioni tormentano gli individui e muovono le politiche e i conflitti della storia umana.

Gli appuntamenti di “Aspettando il Festival…” e del Festival del Giornalismo seguono le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la normativa vigente in materia di contenimento da COVID-19, pertanto gli accessi saranno consentiti tenendo in considerazione le disposizioni ministeriali. La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita.

La prenotazione per i singoli appuntamenti è consigliata chiamando al numero 0481 777625, su WhatsApp al 320 8143610, o via mail a info@festivaldelgiornalismoronchi.it. Sarà comunque possibile la registrazione in loco. Verrà inoltre rilevata la temperatura corporea e il pubblico dovrà indossare i dispositivi di protezione a tutela della salute individuale e di quella collettiva. Per partecipare agli eventi sarà richiesto il Green Pass o essere guariti dal Covid entro i 6 mesi o, in alternativa, bisognerà presentare un tampone antigienico negativo effettuato nelle ultime 48 ore.

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Condividi