Cultura e natura, binomio vincente a Trieste

imagazine_icona

redazione

29 Maggio 2023
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Un mese di spettacoli: raffinato programma di musica e teatro in uno dei luoghi più belli del territorio

Condividi

TRIESTE – Si consolida e dà vita ad una nuova edizione della rassegna “Il Rossetti a Miramare” la collaborazione fra il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare e il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, che nell’estate 2023 si impreziosisce della sinergia con la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Il programma è stato presentato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nel Salone Piemontese di Palazzo Economo, Sede della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio e della Direzione Regionale Musei del Friuli Venezia Giulia, a cui hanno preso parte il direttore del Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare Andreina Contessa, il presidente Francesco Granbassi e il direttore Paolo Valerio del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il sovrintendente Giuliano Polo e il direttore artistico Paolo Rodda della Fondazione Teatro Verdi Trieste. Ha partecipato anche il Segretario regionale e nuovo soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio Andrea Pessina il quale ha concesso l’uso del Salone Piemontese di Palazzo Economo.

Il Rossetti a Miramare. Vieni notte gentile…Si raccoglie sotto questo titolo un mese di spettacoli, concerti, performance di teatro di figura, che dal 7 luglio al 6 agosto abiteranno gli spazi di Miramare in modo “gentile” – per fare eco alla frase shakespeariana scelta come slogan – rispettando cioè e tutelando il delicato equilibrio dell’ambiente circostante.

Per lo svolgimento degli spettacoli scelto il tempo del tramonto – e quest’anno anche dell’alba – sfruttando l’incanto delle luci naturali. Ecco che si riserva ai concerti di dimensioni più imponenti l’area del Piazzale del Castello, mentre le performances che si addentrano nel Parco sono a carattere itinerante, destinate a gruppi limitati di spettatori, costruite avvalendosi di un rapporto delicato e “sostenibile” fra interpreti, pubblico e scenografie naturali…

Il dialogo con la Natura inizia fin dall’inaugurazione, che il 7 luglio alle ore 21.30 sarà affidata all’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste diretta dal M° Valentin Egel e all’interpretazione di Violante Placido: affronteranno “Verklärte Nacht/Notte trasfigurata” di Arnold Schönberg.

L’8 luglio alle ore 5.24 sarà invece la volta del Concerto all’alba, anch’esso frutto della sinergia con il Teatro Verdi di Trieste: i solisti dell’Orchestra Benjamin Bernstein (viola d’amore), Giorgio Di Giorgi (flauto) e Matteo Rivi (fagotto) eseguiranno alle prime luci del giorno partiture di Antonio Vivaldi e di Georg Philipp Telemann.

Dall’11 al 23 luglio con inizio alle ore 19.30 ritornerà nel Parco – dove la scorsa estate ha registrato grande successo – “I segreti dei giardini dell’Arciduca” scritto e diretto da Paola Bonesi da un’idea di Andreina Contessa. Lo spettacolo racconta il rapporto fra l’Arciduca Massimiliano e il Parco di Miramare, che creò grazie alla sua passione per la botanica. Sono protagonisti dello spettacolo gli attori del Teatro Stabile regionale Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos e Alessandro Colombo, Serena Costalunga, Giulio De Santi, Giacomo Faroldi, Radu Murarasu.

Novità del programma 2023 sarà Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moonlo spettacolo shakespeariano a cura di Paolo Valerio che rappresenta il cuore di questa rassegna declinata nel segno della sostenibilità. Il regista – con la consulenza di Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo dell’Università degli Studi di Trieste – ha scelto di attraversare la produzione drammaturgica di Shakespeare ispirata alla Natura. In scena saranno Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Jacopo Morra, Zoe Pernici, Maria Grazia Plos e Alessandro Colombo, Serena Costalunga, Giulio De Santi, Giacomo Faroldi, Radu Murarasu oltre alla danzatrice Alice Lovrinic, e alle musiciste Snezana Acinovic e Beatrice Tagliapietra.

Miramare è infine divenuto la “residenza estiva” dei Piccoli di Podrecca, che vi fanno ritorno dal 21 luglio al 6 agosto con il loro Varietà en plein airche vedrà anche quest’anno bambini e famiglie godere dello humour e delle prodezze musicali delle antiche marionette a filo che lo Stabile regionale ha portato in questi ultimi due anni a una vera rinascita. Lo spettacolo è diretto da Barbara Della Polla ed Ennio Guerrato, e va in scena grazie all’arte delle marionettiste Roberta Colacino, Gaia Mencagli, Giada Bigot, Silvia Ponton.

 

Visited 23 times, 1 visit(s) today