Comunità in fiore, Grado portabandiera d’Italia

imagazine_icona

redazione

3 Luglio 2017
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Annunciata la candidatura al concorso mondiale

Condividi

Il Comune di Grado rappresenterà l’Italia nella competizione mondiale “Communities in bloom” 2017, nata per riconoscere e valorizzare le municipalità eccellenti nello sviluppo e cura degli spazi verdi, nella sostenibilità ambientale, nella pulizia e ordine della città, nella tutela del patrimonio storico e paesaggistico, nella cura e promozione delle tradizioni.

L’annuncio è stato diffuso in occasione della conferenza stampa tenuta dal vicepresidente della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello, assieme al sindaco di Grado Dario Raugna.  La candidatura al challenge mondiale delle ‘Comunità in fiore’ è arrivata per il Comune di Grado grazie al terzo titolo nazionale di Comune Fiorito, conseguito nel 2016 e promosso da Asproflor, rivolto ai comuni più virtuosi nella cura del verde pubblico e nel coinvolgimento della popolazione. Nel 2011 il Comune di Grado ha ottenuta la medaglia d’oro del concorso europeo Entente Florale Europe. 

La municipalità vincente sarà resa nota a Ottawa, in Canada, a metà settembre.  Dal 5 al 7 luglio a Grado faranno tappa le due giudici internazionali, la canadese Berta Briggs e l’irlandese Bernadette Solon, chiamate a dare la loro valutazione per la candidatura di Grado. Incontreranno il sindaco e le istituzioni, le associazioni del Comune, una rappresentanza scolastica, gli operatori dell’accoglienza turistica, i rappresentanti di esercizi pubblici e strutture ricettive, gli stessi cittadini e operatori dell’informazione e della comunicazione sul territorio.

Presupposto della ‘comunità in fiore’ (community in bloom) sono politiche efficaci e concrete sul piano dell’azione ambientale e nella capacità di promuovere una cultura di attenzione per il paesaggio e i beni pubblici, e un forte senso di responsabilità civica e ambientale. 

«Per Grado – ha spiegato il sindaco Raugna – è un onore, tanto più con la responsabilità di essere l’unico Comune italiano selezionato fra centinaia di partecipanti La nostra amministrazione si è impegnata attuando politiche rivolte al benessere ambientale con interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e cercando di dare una risposta strutturale sul versante della mobilità urbana privilegiando il pedone».  

«La candidatura di Grado alla competizione mondiale delle “Communities in bloom” – ha affermato Bolzonello – è testimonianza di un lavoro serio e continuativo dell’intero sistema che opera in questa località. La nostra Regione opera per la valorizzazione complessiva del territorio regionale a salvaguardia dell’identità e delle singole caratteristiche di ogni luogo, operando così per  la promozione di un turismo lento, sostenibile e responsabile sia rispetto all’ambiente che alle comunità di riferimento».

La prima edizione di “International Challenge Communities in Bloom” si è svolta nel 1995, oggi la selezione include centinaia di municipalità canadesi, statunitensi, asiatiche ed europee. La candidatura alla selezione finale del concorso dimostra la conformità di Grado ai parametri previsti per l’assegnazione del titolo. Oltre 115 chilometri quadrati di estensione, 45 dei quali di terre emerse e 70,5 di laguna, 12 km di spiaggia turisticamente fruibili, Grado ha una popolazione di circa 8 mila abitanti d’inverno che nei mesi estivi tocca in media le 35 mila presenze. Forte di 29 bandiere blu – 28 consecutive – e dal 2009 della Bandiera Verde che attesta una spiaggia a misura di bambino, conta su venti ettari di aree verdi e su oltre 55 chilometri di piste ciclabili, fra le quali l’eccellenza Grado-Belvedere di 4 km che è parte della Ciclovia Alpe Adria, la ciclabile europea Grado-Salisburgo.  La sua laguna è area protetta in quanto “Sito della Rete Natura 2000” e  zona Speciale di Conservazione per la protezione di habitat e specie animali e vegetali significative a livello europeo.

Visited 1 times, 1 visit(s) today