Cividale inondata di domande per Mittelyoung

Reading Time: 2 minutes

Record di richieste di partecipazione al festival riservato alla nuova gioventù artistica europea. Curatores al lavoro per selezionare i 9 spettacoli del cartellone

Condividi
Giacomo Pedini (© Luca D’Agostino - Phocus Agency)

Giacomo Pedini (© Luca D’Agostino – Phocus Agency)

CIVIDALE DEL FRIULI – Sono 250 le domande arrivate per partecipare alla quarta edizione di Mittelyoung, il palcoscenico di Mittelfest riservato alla nuova gioventù artistica europea che andrà in scena dal 16 al 18 luglio.

Un numero mai raggiunto in precedenza, quasi il 50% in più rispetto alle 169 del 2023: le candidature sono arrivate da 27 Paesi, non solo della Mitteleuropa ma anche da più lontano, dalla Gran Bretagna e da Israele, per esempio, ma anche da Stati Uniti e Corea, paesi che non potranno essere ammessi alla selezione perché esterni alla geografia di Mittelfest.

Sono 108 le domande provenienti dall’Italia mentre le altre 142 dall’estero per un totale di 20 Paesi ammessi alla selezione, ovvero Albania, Austria, Belgio, Bielorussia, Croazia, Estonia, Germania, Grecia, Lettonia, Lituania, Macedonia del Nord, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Ucraina, Ungheria. Germania e Paesi Bassi sono i paesi con il maggior numero di candidature, rispettivamente 29 e 19.

“Il risultato della open call – commenta il direttore artistico, Giacomo Pedini è straordinario non solo per il numero di domande, ma anche per la provenienza così estesa e da paesi così lontani, per quanto non eligibili. È l’evidenza che, in soli quattro anni, Mittelyoung è saldamente riconosciuto come tappa internazionale fondamentale per chi si sta affacciando professionalmente alle arti performative. Sarà davvero una grande sfida per gli oltre 30 curatores che dovranno selezionare i 9 spettacoli”.

Il lavoro passa subito al gruppo dei curatores, anch’essi under 30: valuteranno quasi 100 proposte di teatro e di danza, oltre 50 di musica e una ventina di circo per formare il cartellone di Mittelyoung 2024 composto da 9 spettacoli che dovranno raccontare i Disordini, tema scelto da Pedini per raccontare il rapporto tra destino, caos e responsabilità delle scelte individuali.

E saranno gli stessi curatores, coordinati dalla direzione artistica, a selezionare i 3 spettacoli vincitori che avranno la possibilità di tornare in scena all’interno del cartellone Mittelfest dal 19 al 28 luglio.

“Mittelyoung – sottolinea la presidente Cristina Mattiussirappresenta una grande vittoria di Mittelfest: partito nel 2021 come una scommessa, oggi ne suggella la visione per il futuro come catalizzatore della migliore offerta artistica internazionale, come ponte tra i confini mitteleuropei e come fucina di giovani talenti”.

Il gruppo di curatrici e curatori (curatores) under 30 è costruito grazie alla collaborazione con Associazione culturale Arearea, Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe, Conservatorio Statale di Musica Giuseppe Tartini di Trieste, Conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini di Udine, Fondazione Luigi Bon, Università degli Studi di Trieste, Università degli Studi di Udine, e anche Associazione culturale Circo all’incirca, Associazione culturale Quarantasettezeroquattro, Associazione giovanile Robida, Convitto Nazionale Paolo Diacono, Istituto Tecnico Arturo Malignani, Scuola di Danza Erica Bront, Teatro Club Udine – Palio Teatrale Studentesco. Inoltre, faranno parte del gruppo di curatores alcune persone selezionate dal SNG Nova Gorica (Slovenia).

Visited 5 times, 1 visit(s) today
Condividi