Cambio di comando per le Frecce Tricolori

imagazine_icona

redazione

30 Novembre 2021
Reading Time: 2 minutes

Cerimonia a Rivolto

Condividi

Si è svolta presso l’hangar del 313° Gruppo Addestramento Acrobatico “Frecce Tricolori” la cerimonia di avvicendamento al Comando della Pattuglia Acrobatica Nazionale, tra il tenente colonnello Gaetano Farina, comandante uscente, e il tenente colonnello Stefano Vit, comandante subentrante.

Alla cerimonia, presieduta dal Generale di Divisione Aerea Francesco Vestito, comandante delle Forze da Combattimento e della 1^ Regione Aerea, ha partecipato, nel pieno rispetto della vigente normativa anti-Covid, un ristretto pubblico, composto dalle massime autorità militari e civili della Regione Friuli Venezia Giulia.

Come da tradizione, la cerimonia a terra è stata preceduta dal simbolico passaggio di consegne in volo; un evento, questo, che avviene solo in occasione del cambio di comando e che pertanto rappresenta una rarità del programma acrobatico delle Frecce Tricolori.

I due piloti, assieme al resto della formazione, hanno effettuato una serie di evoluzioni fino ad arrivare al momento in cui il T.Col. Farina si è separato dalla formazione, lasciando i gregari al comando del T.Col. Vit, nuovo Comandante della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Nelle parole del suo discorso di commiato, il T.Col. Farina è riuscito a condensare l’emozione dei numerosi anni trascorsi nelle fila della Pattuglia Acrobatica Nazionale, iniziati nel 2009 come gregario, poi come Capo formazione e infine, dal 2018, quale Comandante.

Ringraziando gli uomini e le donne delle Frecce Tricolori per il lavoro svolto al suo fianco e la sua famiglia per il quotidiano supporto, il T.Col. Farina ha voluto ricordare con particolare commozione l’Abbraccio Tricolore, simbolo di unione e speranza per tutti gli italiani nel difficile momento del lockdown.

Nell’assumere il comando il T.Col. Vit, 24° Comandante delle Frecce Tricolori, si è detto onorato e conscio della responsabilità che lo attende e ha voluto rivolgersi in particolare ai militari delle Frecce Tricolori, con i quali, ha affermato, “scriveremo insieme un altro capitolo di questa meravigliosa avventura, lo scriveremo aiutandoci reciprocamente, condividendo i successi e sostenendoci l’un l’altro di fronte alle difficoltà, sempre a testa alta”.

Visited 24 times, 1 visit(s) today
Condividi