Baseball, Ronchi si inchina a Macerata

imagazine livio nonis

Livio Nonis

29 Maggio 2023
Reading Time: 3 minutes

I New Black Panthers escono sconfitti nel triplo confronto, ma le occasioni per vincere non sono mancate

Condividi

RONCHI DEI LEGIONARI – Come da pronostico l’Hotsand Macerata opposta ai New Black Panthers si aggiudica tutti e tre i confronti nel primo turno della poule scudetto: 5 a 1, 9 a 2 e 14 a 8 i risultati finali.

Ma la speranza e la possibilità di sovvertire il pronostico in più di una fase delle tre gare sono state davvero concrete. Davanti a un pubblico appassionato e numeroso le due compagini hanno dato vita a tre partite tutto sommato aperte a ogni risultato.

Molto equilibrata la prima, quella di sabato con Rodriguez per Ronchi e Mejia Flores per Macerata sul monte di lancio. Il venezuelano del Ronchi si è esibito nel solito repertorio di Eccellenza lasciando 12 battitori al piatto e concedendo solo due valide e quattro basi su ball in sei inning.

Anche il suo omologo del Macerata non è stato da meno, bloccando le mazze locali con una ottima varietà di lanci.

La svolta solo all’extrainning (le partite in questa fase si giocano sui sette inning): Bazzarini, che aveva rilevato Rodriguez al sesto, concede un punto ma all’attacco successivo Ronchi reagisce e riesce a pareggiare con una valida di Bertoldi che manda a punto il corridore in quel momento in base. Addirittura lo stesso giocatore arriva successivamente in terza, cioè a un passo dal punto della vittoria, ma questo non si concretizza stante il terzo out sul successivo battitore. Sono i marchigiani a martellare il lanciatore locale nell’attacco successivo, incamerando quattro punti. Ronchi non riesce a reagire e la partita di conclude così.

Il sabato pomeriggio si gioca la seconda partita con i lanciatori italiani. Per gli ospiti sale sul monte l’esperto Quattrini e per Ronchi Gergolet. La partita è in equilibrio fino al terzo quando Macerata approfitta delle basi gratuite concesse e di un paio di valide e incamera cinque punti.

Nel frattempo è salito sul monte Lubrano che conduce una buona partita, con gli attaccanti ronchesi che si fanno sotto al sesto con due punti frutto delle valide di Furlan e Miceu. Ma sono ancora gli ospiti a premere sull’acceleratore all’ultimo inning sfruttando le basi su ball concesse dall’ennesimo giovane rilievo Besio (da notare che tutti e tre i lanciatori ronchesi non totalizzano insieme neanche 54 anni). E con due valide chiudono praticamente la partita.

Alla sera si assiste alla fiera delle occasioni e dei ribaltamenti di fronte. Per Ronchi lancia Nardi e per Macerata Torres Ramirez. Nardi non appare al meglio e infatti tra il secondo e il terzo inning entrano cinque punti.

Ma gli attaccanti locali non ci stanno e pareggiano tra il terzo e il quarto. Poi si va avanti con una sostanziale parità, quando però Gonzales rileva Nardi gli ospiti si scatenano e neanche Bazzarini subentrato al giovane di origine cubana riesce ad arginarli. In questa ripresa vengono segnati sette punti.

Si apre una leggera speranza per Ronchi nell’attacco successivo con due punti segnati. Ma è sempre l’attacco avversario a mantenere le distanze con altri due punti. Ultimo punto per Ronchi nell’inning conclusivo con la partita ormai segnata. I migliori per i bisiachi Berini con 3/5 (un triplo e un doppio e un singolo), M. Furlani e Furlan 2/4.

Ora il manager dei New Black Panthers attende fiducioso il rientro dall’infortunio di due importanti lanciatori titolari, cioè Marco Pizzolini e Pietro Stabile, che uniti al nuovo lanciatore colombiano Perez daranno man forte ad un monte di lancio che è apparso a tratti incerto e senz’altro da rafforzare.

Prossime partite fra due settimane, dopo una sosta, sempre al Gaspardis di Ronchi quando arriverà il Godo.

 

Visited 10 times, 1 visit(s) today
Condividi