Barcis e la Valcellina in bici

imagazine_icona

redazione

17 Giugno 2014
Reading Time: 2 minutes

“E i monti stanno a guardare”

Condividi

“E i monti stanno a guardare”: questo il titolo della guida cicloturistica, fresca di stampa alla vigilia dell’estate 2014, che invita a scoprire sulle due ruote Barcis, il suo incantevole lago e la Valcellina. Realizzata dall’associazione Pro Barcis, con il Patrocinio del Comune di Barcis, della Comunità Montana e della Regione Friuli Venezia Giulia, la poket guida è uno strumento agile, tascabile, che i cicloturisti possono portare con sé nelle loro pedalate nelle Dolomiti Friulane, per andare alla scoperta di paesaggi e itinerari sempre nuovi. Il formato “marsupio” la rende di agile consultazione e di facile trasporto.

In tutto, sono descritti  23 percorsi dai nomi evocativi,  tra i quali spiccano: La magia di Barcis – Il giro del lago Aprilis; Prodigi della natura – Monti, forre e greti da Barcis ad Andreis, Il passo S. Osvaldo e il giro del lago del Vajont – Da Cimolais a Erto, Archeologia viaria – La vecchia strada della Valcellina, La Val Zemola – Dove osano le marmotte.

Adatti a tutti i tipi di biciclette purché dotate di un cambio efficiente, gli itinerari prendono il via dalla conca di Barcis e si sviluppano a nord verso la Val Meduna, a sud/est verso Montereale Valcellina e Castel d’Aviano (dove si raccordano alla viabilità di fondovalle), a ovest in direzione della valle del Piave. Sulla guida sono indicati anche alcuni percorsi fuoristrada, che si snodano su carrarecce o forestali a fondo naturale e vanno affrontati, ovviamente,  in sella a  una mountain bike.

Per rendere il più chiare possibile le indicazioni per gli appassionati di due ruote, le descrizioni degli itinerari sono affiancate da cartine e schede tecniche e da alcuni riquadri di approfondimento dedicati a tematiche specifiche.

La scelta degli itinerari, la predisposizione delle cartine, delle altimetrie e delle schede nonché la stesura dei testi sono opera di Carlo Favot, cicloturista friulano che ha all’attivo numerose esperienze sulle due ruote, membro dell’associazione internazionale “Confrérie des Randonneurs sans Frontieres” e autore di numerosi libri e guide.

In distribuzione presso l’Ufficio della Probarcis. Info: www.dolomitifriulane.info

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Condividi