Ascensore in Castello, avviata a Gorizia la procedura per la gestione

imagazine_icona

redazione

5 Giugno 2023
Reading Time: 2 minutes

Pubblicata oggi la determina. L’impresa vincitrice si occuperà della conduzione, vigilanza, manutenzione e direzione dell’attività dell’impianto di risalita. Chiusa intanto Galleria Bombi

Condividi

GORIZIA – Pubblicata oggi la determina per l’avvio della procedura negoziata per l’affidamento del servizio pluriennale di gestione dell’ascensore che porterà i visitatori da piazza Vittoria a Borgo castello.

Il contratto avrà una durata di 2 anni prorogabile di ulteriori sei mesi e comprende la conduzione, la vigilanza e la manutenzione, oltre che la direzione dell’attività dell’impianto di risalita.

Le imprese interessate dovranno rispondere entro 15 giorni dal ricevimento dell’invito alla negoziazione e l’aggiudicazione avverrà in base all’offerta economicamente più vantaggiosa (con il punteggio dell’offerta tecnica di 70/100 e per l’offerta economica pari a 30/100). L’appalto sarà aggiudicato sulla piattaforma di negoziazione eAppaltiFVG.

Il servizio sarà finanziato con specifico stanziamento previsto dal “Bando Borghi”, progetto finanziato dal Ministero della Cultura che ha un budget complessivo di 20 milioni per la rivitalizzazione di Borgo Castello e delle aree collegate, compresa via Rastello.

“Si tratta di un’altra tappa importante – commenta il sindaco, Rodolfo Ziberna – verso l’attivazione di un’opera ideata oltre 20 anni fa e che adesso, si spera, sta per essere portata a compimento. Se fondamentale è la chiusura dei lavori strutturali lo è altrettanto la gestione dell’attività che l’impianto di risalita dovrà svolgere e per questo è necessario individuare un’impresa assolutamente qualificata del settore. L’obiettivo è quello di trasformare l’ascensore in un nuovo elemento di attrazione e, contestualmente, di far crescere il numero di visitatori al castello e ai Musei provinciali e, più in generale, a Borgo Castello”.

“Per l’attivazione dell’impianto di risalita – precisa il primo cittadino – ci vorrà ancora qualche mese ma ormai dovremmo aver raggiuto la fine di questo lungo percorso. Peraltro si sta contemporaneamente lavorando per la riapertura del castello che, invece, dovrebbe essere imminente”.

Oggi, intanto, si è aperto anche il cantiere per il risanamento di Galleria Bombi e la ditta incaricata – l’Ilesa Costruzioni di Pordenone –ha già collocato delle grate per la chiusura di tre mesi del tunnel. Anche se l’idea è quella di accelerare al massimo per concludere se possibile anche prima della fine di agosto. 

“Si lavorerà dal lunedì alla domenica mattina”, ha confermato il capocantiere, Pietro Servoli, all’assessore ai lavori pubblici, Sarah Filisetti, presente all’avvio dei lavori.

 

Visited 16 times, 1 visit(s) today
Condividi