Aquileia, ripuliti gli argini verso la laguna

imagazine_icona

redazione

11 Settembre 2021
Reading Time: 2 minutes

Nell’ambito del progetto “Curatores”

Condividi

Si è concluso l’ultimo evento estivo del progetto di comunità Curatores Aquileia, curiAMO Aquileia, per sensibilizzare ai temi del cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale, nato nel 2020 e che ha preso avvio solo a giugno 2021 a causa delle restrizioni Covid-19.

Curatores Aquileia è un’idea proattiva per un pianeta più sano che propone semplici azioni di contrasto ai cambiamenti climatici e alla perdita di biodiversità.

L’iniziativa, creata dall’Associazione Imprenditori Città di Aquileia, è stata fin dal principio condivisa da un gruppo di associazioni del territorio, 19 in tutto, che hanno aderito per dare voce a un sentimento comune, quello di tornare a prendersi cura delle cose, degli spazi in cui viviamo e del proprio Paese.

Curatores ha stretto inoltre tre collaborazioni con il progetto di installazioni artistiche Innumera per raccogliere le storie dei cittadini e di chi Aquileia l’ha vissuta; ha collaborato con Fondazione Radio Magica portando lo slogan #diventacuratores all’interno dei centri estivi comunali; per ultimo ha avviato una collaborazione con Net Spa per la corretta gestione dei rifiuti durante i diversi eventi presenti in paese.

Si conclude quindi la stagione estiva del progetto Curatores, dopo un’estate ricca di eventi di diversa tipologia: dalla scoperta del territorio alla promozione di mezzi di trasporto più sostenibili, incontri, giornate di pulizia, biciclettate, camminate e molta comunicazione, anche all’interno dei social, fino all’ultimo evento di ieri dedicato alla raccolta dei rifiuti che si sono accumulati lungo gli argini che si affacciano sulla Laguna di Grado.

La giornata è stata organizzata con l’Associazione Cacciatori, l’Associazione Nautisette e la Protezione Civile di Aquileia. Fondamentale è stato il contributo della Piccola Fattoria Cumugnai e del Consorzio di Bonifica.

“Il sostegno del Comune di Aquileia, che – dichiara il sindaco Emanuele Zorino – ha da sempre creduto in questo progetto, ha reso possibile il concretizzarsi di tutte le attività svolte in questi mesi”.

Sono stati raccolti, grazie ai mezzi messi a disposizione della Protezione Civile (2 camionette e un pick up) circa 400 kg di rifiuti, 2 piccole imbarcazioni e altri rifiuti ingombranti che verranno smaltiti e portati via con i mezzi comunali in questi giorni.

Si conclude la stagione estiva ma il progetto continua con i prossimi eventi autunnali, primo tra tutti la partecipazione al Festival dell’ambiente “Non siamo Atlantide” del 25 settembre.   

Condividi