A Staranzano un lido per quattro stagioni

imagazine livio nonis

Livio Nonis

25 Settembre 2023
Reading Time: 3 minutes

In corso una serie di eventi per celebrare la Giornata Europea delle Lingue insieme al programma “Puliamo il Mondo” di Legambiente

Condividi

STARANZANO – In questi primi giorni di autunno con il progetto “Un lido x 4 stagioni” sono stati organizzati una serie di eventi presso il litorale staranzanese per celebrare la Giornata Europea delle Lingue insieme al programma “Puliamo il Mondo” di Legambiente.

Si è iniziato nell’ultimo fina settimana con la partecipazione di un gruppo di studenti di Capodistria al laboratorio “Puliamo il Mondo”, organizzato da Legambiente Monfalcone – Circolo Ignazio Zanetti, assieme ad alcune classi di studenti del Liceo Michelangelo Buonarroti di Monfalcone. Alla sera, in occasione dell’equinozio d’autunno il gruppo, WE2 di Alessandro De Mitri e Adriano Sorrenti con il supporto tecnico di Hobbies Universities è stato eseguito un concerto sulla spiaggia del Lido di Staranzano.

Un lido x 4 stagioni” è un progetto promosso da School of Pace Fvg in collaborazione con Pro Loco Staranzano, cofinanziato dal Comune di Staranzano e che già da tre anni riceve un contributo da Promoturimo Fvg.  Tra i vari partner figurano diverse associazioni del territorio, tra cui Benkadi, Auser Staranzano, Camper Club Foce dell’Isonzo.

Dal 25 al 27 settembre verranno ricevuti altri ospiti dalla Slovenia impegnati in un altro progetto ideato da School of Peace Fvg in partenariato con il Consorzio di Bonifica della Venezia Giulia e con il Consorzio Culturale del Monfalconese, dedicato alla storia della fattoria de’ Dottori degli Alberoni, situata sulla Quarantia. Il laboratorio dedicato agli studenti delle scuole superiori intende approfondire la conoscenza e la storia delle trasformazioni di un territorio e di un insediamento rurale durante il XX secolo, periodo in cui sono stati realizzati i riordini idraulici e le opere di bonifica integrale.

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Fvg nell’ambito dell’avviso pubblico per progetti storici ed etnografici, educativi e didattici per approfondire la storia del Novecento nell’anno scolastico 2023 /2024. Il laboratorio con uno scambio linguistico multidisciplinare vedrà partecipare gli studenti dell’Istituto Superiore di Capodistria assieme ai coetanei dell‘ ISIS BEM. Le sessioni didattiche saranno accompagnate da alcune attività di animazione nella natura con il Circle Drum guidato da Lucio Cosentino e le passeggiate lungo i percorsi di CariGO GREEN, programma per la conoscenza e lo sviluppo sostenibile del territorio isontino promosso da Fondazione Carigo.

Grazie all’ app mobile ISONZO XR, uno degli strumenti digitali messi a disposizione gratuitamente dalla Fondazione sugli Store, gli studenti potranno approfondire la storia del territorio nel litorale staranzanese passeggiando lungo un percorso georeferenziato accompagnati da un racconto in voce che farà loro scoprire il paesaggio.

Lunedì 25 settembre School of Peace Fvg, assieme ai partner dell’omonima rete,  presenterà a Staranzano in Sala Delbianco ore 18  il “Laboratorio: Comunità di Pace”, progetto di costruzione di una comunità impegnata nell’attivare in forme transgenerazionali, multidisciplinari e multiculturali attività di formazione ed educazione alla pace e alla cittadinanza globale per educatori, insegnanti,  studenti  ed alunni con un approccio pedagogico fortemente integrato alla natura e mirante a un’inclusività a 360 gradi. 

Il progetto di carattere volontaristico mira a trovare finanziamenti presso fondazioni, bandi nazionali ed europei. Recentemente ha ricevuto il patrocinio dell’Aiccre Fvg che sarà presente all’ incontro al quale è stata invitata la Municipalità di Staranzano.

Martedì 26 settembre “Un lido x 4 stagioni” ospiterà infine il primo incontro del “Circolo di Studio: elaborazione di proposte per un’educazione ambientale multilingue e inclusiva”, sponsorizzato dalla BCC Venezia Giulia e condotto dalla Cooperativa Curiosi di Natura, dall’APS School of Peace Fvg e dall’associazione slovena INTERSO di Capodistria. Il gruppo di studio si rivolge specificatamente a presidi, insegnanti ed esperti del settore educativo.

 

Condividi