A Pordenone l’Europa al tempo della Brexit

imagazine_icona

redazione

17 Gennaio 2019
Reading Time: 2 minutes

Ai nastri di partenza R-Evolution 2019

Condividi

Dal 23 al 26 maggio 2019 si voterà per il rinnovo del Parlamento Europeo, chiamato a esprimere un nuovo Governo del continente. Quello attuale scadrà il prossimo 31 ottobre.

Nell’anno di Brexit, dal 30 gennaio al 31 marzo si terrà al Teatro Verdi di Pordenone R-evolution 2019, ciclo di Lezioni e dialoghi di Storia contemporanea ideato e promosso dal Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone con la partnership di Crédit Agricole FriulAdria: un progetto curato dall’Associazione Europa Cultura in collaborazione con il Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta – Link festival e con l’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. Interverranno analisti, corrispondenti ed editorialisti di riferimento come Federico Rampini, Stefano Tura, Barbara Gruden, Bruno Ruffolo, Lucio Caracciolo, Claudio Pagliara e Giuseppe Chiellino.

«Le euro elezioni 2019 – afferma Giovanni Lessio, Presidente del Teatro Verdi – si profilano come un passaggio cruciale, se non epocale: per questo il Verdi ha voluto chiamare a raccolta molti protagonisti della riflessione geopolitica. Il palcoscenico del Comunale si trasforma in agorà aperta al confronto e all’approfondimento sui grandi cambiamenti che ci coinvolgono ogni giorno, per restituire il nostro tempo in presa diretta e offrire al pubblico occasioni coinvolgenti di analisi e dibattito». 

«Nel chiassoso cortile della comunità globale, figlia dei social e delle autostrade informatiche – osserva la Presidente di Crédit Agricole FriulAdria Chiara Mio – è difficile comprendere con chiarezza la portata dei fatti. Si avverte sempre più l'esigenza di una bussola interpretativa che ci aiuti a capire e a maturare un'opinione. E magari a compiere delle scelte consapevoli, passando dalla condizione di spettatori distratti a quella di attori protagonisti delle nostre vite. L'iniziativa R-evolution assolve bene questa funzione». 

R-evolution 2019 aprirà mercoledì 30 gennaio, alle 19, con la lectio di Federico Rampini, corrispondente da New York del quotidiano La Repubblica, dedicata a “La deriva dei continenti: i rapporti America-Europa nell'era dei sovranismi”. 

Martedì 26 febbraio, alle 19, riflettori sul dialogo “Euroscettici e nuova Europa: da Brexit all’età dell’incertezza”, che vedrà protagonisti Stefano Tura, corrispondente RAI da Londra, e Barbara Gruden, corrispondente RAI da Berlino. Coordina Bruno Ruffolo, caporedattore GR Radio1 RAI. Venerdì 22 marzo si prosegue, alle 19, con la lectio di Lucio Caracciolo, editorialista, direttore di Limes e presidente Macrogeo: “Una strategia per l’Italia” ci guiderà verso il sud del mondo.

R-evolution chiuderà all’indomani della scadenza Brexit, domenica 31 marzo alle 11, con il dialogo dedicato a “Eurasia, destinazione Cina: la scommessa dell’italia lungo la via della seta 4.0”: ne parleranno Claudio Pagliara, corrispondente RAI da Pechino, e Giuseppe Chiellino, firma dell’Ufficio centrale del Sole 24 Ore. L’ingresso agli incontri di R-evolution è libero e aperto a tutto il pubblico. Info: tel 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it.

Visited 6 times, 1 visit(s) today
Condividi