Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Il paese del sorriso

ilpaesedelsorriso.jpg
Udine
Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4
28/01/15
20.45

Tutto il mondo conosce e canta Tu che m’hai preso il cuor la celebre romanza di questa famosissima Operetta. Nello stesso titolo, Il Paese del Sorriso, si intravede già il clima e il filo conduttore dell’intera operetta: un mondo sognato, dove ogni cosa è naturalmente in armonia con le altre, dove regna la leggerezza del sorriso, dove amor fa sempre rima con cor e sol. Se il sol, però, è quello che sorge nel Paese del Sol Levante, anche l’amore più sincero della bella contessina Lisa per il principe cinese Sou-Chong si deve scontrare con l’irrimediabile durezza delle differenze culturali. Ma siamo nel mondo dell’operetta e l’accettazione serena e sorridente del proprio destino è la conclusione rassicurante di ogni contrasto. Le gioiose amenità di buffi personaggi e, soprattutto, la bellezza della musica vincono su qualsiasi malinconia. Lehár con Il Paese del Sorriso ha scritto alcune fra le sue pagine migliori che, come ne La Vedova Allegra, hanno sempre un afflato e una suggestione che trascina il pubblico, attraverso l’antica fiaba dell’amore idealizzato, in una tersa atmosfera in cui i desideri più umani si riversano in un mondo di grazia, dove le anime possono esprimere la propria naturale gentilezza.