Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Filmforum Festival

AlbertSerra3.jpg
18/03 e fino al 24/03

Al cineasta spagnolo Albert Serra, astro nascente del cinema europeo e vincitore del Pardo d’Oro al festival di Locarno 2013, dedica la prima personale italiana Filmforum Festival 2015, in cartellone a Udine e Gorizia dal 18 al 24 marzo per la 22^ edizione che prevede sette giorni di proiezioni, incontri, convegni, workshop, pubblicazioni ed eventi intorno al cinema, dalle origini ai nuovi media. Albert Serra parteciperà alle fasi di Udine e alla MAGIS - International Film Studies Spring Film School di Gorizia, dove terrà una masterclass per gli studenti iscritti.

Catalano, classe 1975, Serra debuttava nel 2004 alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, con il suo originalissimo “Honor de cavalleria”, una pellicola liberamente ispirata al Don Chisciotte, che lo ha rivelato al grande pubblico internazionale e ha fatto il giro del mondo trionfando in molti festival internazionali. Il suo secondo film, “El Cant dels ocells” (2008), che ancora una volta in anteprima alla Quinzaine di Cannes, confermava la straordinaria visionarietà del regista e quella sua maestria a costruire storie e mitologie con le immagini: questa volta la nascita di Cristo, girata in bianco e nero su sceneggiatura firmata dallo stesso Serra. Il lungometraggio successivo, “Historia de la meva mort” – si è aggiudicato il Pardo d’oro al Festival di Locarno 2013 affermandosi per l’impronta forte e originale. Il film ripercorre racconta la storia di un Casanova finito fra i Carpazi, alle prese col conte Dracula: una pellicola di straordinaria magnificenza visiva, consapevole di tanta tradizione figurativa e pittorica (Goya in testa) ma al tempo stesso sintonizzata sulle ricerche di frontiera della videoarte contemporanea.

Per una storia del cinema senza nomi' sarà il leitmotiv di questa 22^ edizione di FilmForum Festival, promossa come sempre dall’Università degli Studi di Udine, diretta dal docente e storico del cinema Leonardo Quaresima e coordinata dai ricercatori Sara Martin e Federico Zecca, scandita da discussioni, tavole rotonde, proiezioni di film, laboratori pratici e performance da artisti sperimentali nelle citta' di Udine e Gorizia e dal convegno internazionale di scena negli spazi dell’Ateneo udinese con i migliori accademici di tutta Europa, e di Canada e Stati Uniti. Proprio un network internazionale universitario ha garantito la possibilità di svolgimento all’edizione 2015 di FilmForum Festival, benché in forma ridotta da 10 a 7 giorni a causa di fondi ridotti.

La manifestazione cinematografica è organizzata grazie al sostegno della Regione, con la Fondazione Carigo, il Comune di Udine e il Comune di Gorizia. Determinante è stato l’apporto del pool di Università europee composto da Stockholms Universitet, Fachhochschule Potsdam, Universiteit van Amsterdam, Universitat Pompeu Fabra – Barcelona, Johann Wolfgang Goethe - Universität Frankfurt am Main, Université de Montréal – GRAFICS, University of Malta, Université Sorbonne Nouvelle - Paris 3 , Birkbeck College, London, Universität Bochum, Universität für angewandte Kunst Wien.