Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie alla Fondazione Filippo Maseri Florio

Attualità
18 gennaio 2021

Cividale, borse di studio per gli allievi del Classico

 a cura della redazione
Da assegnare a 4 studenti meritevoli del primo e secondo anno di corso e a un diplomato
CONDIVIDI
Attilio Maseri
Attualità
18 gennaio 2021 della 
redazione

Anche per l’anno scolastico 2020-2021, grazie al sostegno e alla disponibilità del professor Attilio Maseri, l’Associazione del Liceo Classico Paolo Diacono di Cividale del Friuli, potrà garantire l’elargizione di 5 borse di studio da assegnare a 4 studenti meritevoli del primo e secondo anno di corso e a un diplomato.

Lo scorso 22 dicembre sono state consegnate le gratificazioni a 5 alunni meritevoli per l’anno scolastico 2019/2020.

L’iniziativa, giunta alla sua nona edizione, è stata voluta dall’associazione del Liceo Classico Paolo Diacono per sostenere e promuovere il corso di studi in materie classiche. L’idea venne accolta nel 2012 dal professor Maseri, lui stesso membro dell’Associazione ed ex allievo del liceo cittadino, che si rese disponibile a finanziare le borse attraverso la Fondazione intestata al figlio prematuramente scomparso, Filippo Maseri Florio, convinto di sostenere il progetto per contribuire a veicolare, anche sulla base della propria  esperienza personale, le qualità e le opportunità che il percorso di studi classici ancora e soprattutto oggi offre ai ragazzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attilio Maseri, nato ad Udine nel 1935, da ragazzo frequenta il Liceo Classico “Paolo Diacono” di Cividale del Friuli, dove impara un approccio alla conoscenza e un metodo per la ricerca ai quali resterà fedele negli anni, e che gli saranno poi molto utili per le sue future esperienze.  All’Università di Padova, consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia. Si specializza in Cardiologia all’Università di Pisa nel 1963 e in Medicina Nucleare nel 1968. Si trasferisce negli Stati Uniti e continua i suoi studi alla Columbia University di New York e alla John Hopkins University di Baltimora, tra il 1965 e il 1967.

È nel 1967 che assume l’incarico di Professore associato di Patologia Speciale Medica e di Responsabile del Centro di Ricerche Coronariche del CNR di PISA.

Nel 1979 è stato chiamato alla cattedra di Medicina Cardiovascolare presso la Royal Postgraduate Medical School di Londra, la più importante del Regno Unito, come direttore del Dipartimento di Cardiologia dell’Hammersmith Hospital.

Dopo 12 anni fa ritorno in Italia con l’incarico di Professore Ordinario all’Università Cattolica di Roma e di Direttore dell’Istituto di Cardiologia del “Policlinico Gemelli” e poi, dal 2001, è Direttore del Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare del San Raffaele di Milano e Professore Ordinario di Cardiologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele fino al 2008.

Dal 2004 al 2007 ha ricoperto la carica di Presidente della FIC (Federazione Italiana di Cardiologia).

Dal gennaio del 2008 è Presidente della Fondazione “Per il Tuo cuore” – HCF, costituita dall’ANMCO, l’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri.

Più di 700 sono le ricerche e gli articoli, che portano la firma di Attilio Maseri, pubblicati dalle più quotate riviste scientifiche internazionali.

Numerosi sono anche i premi e riconoscimenti che gli sono stati attribuiti, tra i quali il King Faizal International Prize in Medicine (1992), il Premio Invernizzi per la Medicina (1998) e il prestigioso Gran Prix Scientifique dell’Institute de France (2004).

Nel 1998 ad Attilio Maseri viene conferita la Medaglia d’oro ai Benemeriti della Scienza e della Cultura e nel 2005, è nominato Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana. E’ riconosciuto dalla Comunità Scientifica come uno dei cardiologi più affermati a livello mondiale.  Nella sua lunga carriera, ha avuto tra i suoi pazienti due pontefici: Giovanni Paolo II e Benedetto XVI; è stato il cardiologo di Madre Teresa di Calcutta e di personalità di altissimo rango come la Regina Elisabetta II di Inghilterra e tre presidenti della Repubblica Italiana. Migliaia sono poi le persone che ha curato con medesimo slancio e interesse professionale.

Nel 2010 ha ricevuto la Medaglia d’Oro al merito della Sanità Pubblica e la medaglia della Società Europea di Cardiologia, dell’American Heart Association, dell’American College of Cardiology; è stato nominato membro onorario di oltre 20 Società Nazionali di Cardiologia. 

Commenti (0)