Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Sarà pronto a settembre

Attualità
23 dicembre 2020

Pieris, iniziati i lavori per il Condominio Solidale

 di Livio Nonis
Con l'abbattimento della vecchia scuola elementare di via Verzegnassi è cominciato l'iter per la realizzazione della nuova struttura. Intervento complessivo da oltre un milione di euro
CONDIVIDI
L'abbattimento della vecchia scuola
Attualità
23 dicembre 2020 di 
Livio Nonis

Quello che fino a poco tempo fa era un progetto “sulla carta”, il Condominio Cortile Solidale” a Pieris nell’ambito delle nuove politiche abitative a misura di anziano, comincia a diventare una realtà.

Prima dell'abbattimento della vecchia scuola elementare in via Michele Verzegnassi sono stati tagliati alcuni alberi e messo in sicurezza l'edificio (esportato tutto l'amianto esistente); ora le ruspe hanno iniziato la demolizione. Nulla verrà buttato in discarica, ma sarà tutto macinato sul posto per poi riutilizzarlo nella costruzione dei nuovi edifici.

Dopo la demolizione inizieranno i veri e propri lavori di edificazione: ci saranno due gruppi di edifici con destinazione esclusivamente residenziale, separati da uno spazio aggregativo. Sarà recuperato il tetto a falda (pur rivisto in versione più contemporanea) in analogia all’edificato storico, e agli orditi materici delle superfici del rivestimento delle pareti verticali che vogliono ricordare la schiettezza e la povertà dell’insediamento rurale più caratteristico dell’abitato di Pieris: i cosiddetti “cortili”.

Tale insediamento, distante alcune centinaia di metri dall’area di intervento, rappresenta anche un riferimento per la progettazione degli spazi comuni, andando alla ricerca di una socialità condivisa e spontanea che rappresenta un riferimento da riproporre agli anziani ultraottantenni a cui è rivolta la struttura.

La volumetria complessiva del nuovo complesso sarà di circa 1.575 metri cubi, distribuita esclusivamente a piano terra per minimizzare le problematiche relative all’accessibilità. I nuovi corpi di fabbrica saranno leggermente sopraelevati rispetto al terreno naturale attuale e rispetto alla viabilità, permettendo di utilizzare anche tutti i materiali provenienti dalla demolizione.

La nuova struttura sarà collocata nel centro abitato, in cui sono presenti gli uffici pubblici e le strutture commerciali. L’area è facilmente raggiungibile perché servita da una serie di strade comunali, che circondano il lotto su due lati, dotate di marciapiede e illuminazione pubblica.

Non ci sarà impatto ambientale in quanto pensato che debba corrispondere con quello già esistente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il costo dell'opera sarà di 1.150.000 euro, di cui 850.000 euro coperti da contributo reigonale.

La consegna del “condominio solidale” dovrebbe avvenire il 4 settembre 2021.

Commenti (0)