Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Realizzato all'esterno della chiesa di Santa Margherita

Attualità
21 dicembre 2020

Campolongo Tapogliano non rinuncia al presepe di sassi

di Livio Nonis
L'opera artistica a cura di Carla Peras sarà visitabile fino al 10 gennaio
CONDIVIDI
37527
Carla Peras osserva la sua opera
Attualità
21 dicembre 2020 di Livio Nonis Image

Anche quest'anno, anche se in forma ridotta e realizzato all'esterno della chiesetta dedicata a Santa Margherita a Tapogliano, è stato inaugurato per la 19a volta il presepe di sassi realizzato dalla pittrice naif Carla Peras.

Vista la continua emergenza Covid-19, piuttosto che desistere, la creatrice di questa piccola opera d'arte ha pensato di realizzarlo fuori dalla chiesa in modo da evitare gli assembramenti e continuare questa iniziativa a sfondo sociale.

Ha recintato un pezzo di terreno adiacente alla chiesetta e sotto l'ulivo ha posto le statuine che simboleggiano i personaggi del presepe, rigorosamente dipinte su sassi di fiume.

Domenica scorsa, al termine della messa, il parroco don Franco Gismano ha benedetto l’opera.

Presenti a questa cerimonia c'erano il sindaco, Alberto Urban, il coordinatore locale della protezione civile, Andrea Decorte (importante l'impegno del gruppo comunale che ha supportato Peras nella realizzazione del presepio), Danilo Bazzeo, coordinatore Destra Torre della Protezione Civile, mentre il coro locale di San Martino ha intonato canzoni natalizie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fino a domenica 10 gennaio sarà possibile visitare questo piccolo gioiellino: le offerte come ogni anno saranno devolute alla “Via di Natale” di Aviano per volere di tutti, mentre le spese sostenute sono state, come sempre, a carico di chi ha realizzato il presepe.

Commenti (0)
Comment