Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Operativa la nuova cartellonistica turistica

Turismo
11 dicembre 2020

Palmanova, tre itinerari per scoprirne la storia

a cura della redazione
Dalla passeggiata dell’Architetto all’anello delle Fortificazioni: indicazioni in italiano e inglese oltre ad appositi QRcodes guideranno i turisti alla scoperta della Fortezza UNESCO
CONDIVIDI
37324
La nuova cartellonistica turistica di Palmanova (ph. Comune di Palmanova)
Turismo
11 dicembre 2020 della redazione

Si è conclusa in questi giorni la posa della nuova cartellonistica turistica dedicata a chi vuole conoscere tutti gli aspetti storici e architettonici di Palmanova. 

Oltre 60 cartelli, dal totem a quello panoramico, da quello puntuale alle frecce direzionali per spiegare, in versione bilingue (italiano e inglese), le peculiarità della città stellata.

L’intero progetto è stato reso possibile da un finanziamento regionale dedicato alle città UNESCO del Friuli Venezia Giulia.

“Partendo dalla definizione di un city brand e di un’immagine grafica dedicata alla città – spiega la vicesindaca Adriana Danielis – siamo giunti allo studio di percorsi di visita e al coordinamento delle comunicazioni visive per rendere facile e agevole la conoscenza storica e naturalistica di Palmanova. Partendo da uno studio storiografico approfondito, abbiamo lavorato per divulgare le vicende storiche cittadine attraverso contenuti completi e, nel contempo, semplici e accattivanti”.

Sono tre i percorsi di visita disegnati per accompagnare i visitatori: la Passeggiata dell’architetto (di 1,5 km circa), per ammirare i palazzi storici e la geometrica disposizione degli assi stradali, gli accessi alla città e la perfezione progettuale della sua forma a stella a nove punte. Il secondo percorso, Passeggiata nel parco dei Bastioni (con tre variati, dagli 1,8 ai 3,5 km) vuole spiegare la Palmanova concepita come una macchina da guerra, valutando esigenze militari e difensive, di come nel Parco storico dei Bastioni si possa riconoscere la geometria perfetta delle forme, scoprendo anche i cunicoli sotterranei delle gallerie di Contromina e di Sortita. Terzo percorso è quello classico che vede i turisti percorrere i 4,3 km dell’Anello delle Fortificazioni, tra natura e storia, a piedi, bicicletta o cavallo, ripercorrendo le vicende militari rinascimentali e napoleoniche che hanno segnato la storia della Fortezza.

“Tutti i percorsi – aggiunge l’assessore con delega ai Bastioni, Luca Piani – sono navigabili anche attraverso Google Maps, seguendo il link o scansionando il QR Code presente su ogni cartello. Particolare attenzione è stata dedicata all’area delle gallerie tra Porta Cividale e Udine, dove è stato studiato un percorso ad hoc con audioguide, italiano-inglese-tedesco, e una caccia al tesoro dedicata ai più piccoli”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto grafico cittadino, nonché l’impostazione della cartellonistica, è stata studiata dallo studio grafico Punktone di Gorizia assieme a Di Dato & Mennino Architetti Associati. Il coordinamento del progetto e la redazione dei testi è stata realizzata in stretta collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura, quello alla Valorizzazione dei Bastioni, assieme all’Ufficio Cultura, Ufficio di Segreteria e Ufficio Comunicazione del Comune. La direzione dei lavori di posa è stata affidata all’architetto Michela Cafazzo e la realizzazione fisica dei cartelli è opera di Metalco srl.

Commenti (0)
Comment