Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Visto l'allungamento dei tempi per il trasferimento nel comprensorio di Cattinara

Attualità
20 novembre 2020

Trieste, oltre 7 milioni per interventi strutturali al Burlo

a cura della redazione
Saranno utilizzati per realizzare mensa esterna ed espansione dell'istituto. Previsto anche un nuovo parcheggio
CONDIVIDI
37031
La sede del Burlo a Trieste
Attualità
20 novembre 2020 della redazione

La Regione ha assegnato all'Irccs Burlo Garofolo di Trieste la somma di 7.235.000 euro per l'intervento di rimodulazione e riqualificazione degli spazi interni del comprensorio ospedaliero e per il reperimento di nuove aree esterne limitrofe in cui collocare parte delle attività già presenti nella struttura.

Lo ha deciso la giunta regionale approvando, nel corso della riunione dell'Esecutivo di quest'oggi, un'apposita delibera su proposta del vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le opere sono finalizzate a risolvere la criticità delle condizioni strutturali e logistiche evidenziata dall'Istituto, acuite dalla gestione dell'emergenza COVID-19.

In particolare i fondi verranno utilizzati per la realizzazione della mensa esterna (340 mila euro), la ristrutturazione di aree interne (1.570.000 euro) e infine per l'espansione dell'Istituto nell'area denominata "ex Opera San Giuseppe", che comprende l'acquisizione delle aree, il loro adeguamento e la realizzazione di un nuovo parcheggio da 60 posti auto per un costo complessivo pari a 5.325.000 mila euro.

L'intervento viene finanziato con fondi Bei per 2 milioni e per la parte rimanente con fondi regionali in parte derivanti da quote non utilizzabili per il Bando Eisa. Lo stanziamento complessivo verrà suddiviso in tre annualità: 3.964.000 euro verranno erogati nel 2020, 2.720.000 mila euro nel 2021 e infine 550 mila euro saranno assegnati nel 2022.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"I lavori - chiarisce il vicegovernatore - si sono resi necessari per garantire le attività dell'istituto a causa dell'allungamento dei tempi di trasferimento del Burlo nella nuova sede prevista nell'ambito del comprensorio di Cattinara. Quando sarà completato lo spostamento, i locali che verranno lasciati liberi verranno adibiti a presidio per le cure intermedie".

Commenti (0)
Comment