Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Su iniziativa dello CSEN

Sport
07 agosto 2020

FVG prototipo della nuova Lega Basket amatoriale

di Livio Nonis
Grazie a Massimo Piubello i prossimi campionati saranno organizzati in regione: un progetto che si vuole poi esportare in tutta Italia
CONDIVIDI
35428
Massimo Piubello
Sport
07 agosto 2020 di Livio Nonis Image

Lo Csen (Centro sportivo educativo nazionale) sceglie la regione Friuli Venezia Giulia e Massimo Piubello per rifondare il suo movimento cestistico grazie a una Lega dedicata agli amatori.

I prossimi campionati sono organizzati nella nostra regione quali test per una programmata espansione della Lega in tutta la Penisola, con il primario obiettivo di creare aggregazione e collaborazione tra tutti i soggetti partecipanti, non da ultimi gli arbitri.

La notizia è preludio dei concreti progetti della Lega che saranno presentati e pubblicati online entro il mese di agosto sul dedicato sito www.legaamatoribasket.it (by Rainone.eu) contenitore di interazione tra società, squadre e singoli tesserati.

Già anticipato inoltre l’accordo raggiunto con la Wilson che sarà il pallone ufficiale della Lega.

“Scherzando – dichiara Massimo Piubello – la Wilson ha scelto noi dopo la NBA, ma tornando serio mi sento onorato e gratificato dalla proposta fattami dal presidente regionale e vicepresidente nazionale dello CSEN, Giuliano Clinori, che ha visto in me la base per far crescere un movimento quasi assente nell’Ente. La desiderata espansione a livello nazionale diviene poi uno stimolo unico per un movimento, quello amatoriale del basket regionale, a me così caro dopo le passate esperienze, prima da giocatore e poi da allenatore e organizzatore. Il progetto parte dall’aggregazione tra le varie componenti per cercare di abbattere, quale esempio, quelle barriere che spesso si creano tra cestisti e arbitri o enti di giustizia. Vogliamo partire dall’amore per la pallacanestro che diviene motivo di incontro e sfida sul campo e nel terzo tempo, in un clima di serenità per tutti, senza dimenticare agonismo e un’organizzazione mirata e accessibile a tutti sia a livello di costi, i più bassi del panorama, che per la burocrazia di costituzione di una associazione per far giocare la propria squadra di amici ex agonisti e non”.

Già avviate trattative con realtà locali e nazionali per creare un Pool Partner che agevoli le società sotto molti punti di vista, dalla prevenzione assicurativa ai buoni sconto per gli acquisti, senza dimenticare tutti i servizi atti alla tutela e alla crescita del movimento dello sport amatoriale.

Commenti (0)
Comment