Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Intervento da 170 mila euro

Attualità
06 agosto 2020

Trieste, rinnovati i camerini del Rossetti

a cura della redazione
Completata la ristrutturazione di 6 locali, in attesa di intervenire anche sugli altri
CONDIVIDI
35410
I camerini rinnovati
Attualità
06 agosto 2020 della redazione

Il Teatro Rossetti di Trieste si è dotato di nuovi camerini e servizi annessi al primo piano dell’edificio.

L’intervento, che è stato eseguito con l’Accordo Quadro di Manutenzione Straordinaria in corso, dedicato al teatro Rossetti, e previa autorizzazione da parte della locale Soprintendenza, è solo l’inizio di una riqualificazione che è partita dai 6 camerini al primo piano e che interesserà in futuro, compatibilmente con le risorse a disposizione, anche i restanti camerini (12 in tutto) presenti ai piani superiori, utilizzando le medesime tecniche e tipologie di materiali.

Il lavoro di squadra compiuto dagli staff dei tecnici comunali e quelli del Rossetti ha richiesto una spesa di 170 mila euro.

L’intervento ha previsto lo smantellamento quasi totale delle componenti impiantistiche ed edili esistenti. Si è scelta la soluzione di installare apparecchiature singole per ogni camerino, collegate alla rete di distribuzione dei fluidi di riscaldamento e raffrescamento esistenti, tramite una serie di colonne montanti nuove, in acciaio Inox, già predisposte con questo intervento per i piani superiori e debitamente alimentate da un nuovo gruppo pompe posto nella apposita sala esistente, ubicata nelle vicinanze del piano; il tutto completato da una rete di recupero aria, completa del relativo scambiatore posto a quota contro-soffitto di uno dei sei camerini. Questa soluzione permetterà di regolare autonomamente la temperatura in ogni singolo camerino.

Si è prediletta la tinta bianca alle pareti e una pavimentazione omogenea in legno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I lavori, dopo un periodo preventivo dedicato alle scelte edili ed impiantistiche, sono iniziati nei primi giorni del mese di settembre 2019 e si sono conclusi nel mese di gennaio 2020, fatte salve piccole opere di finitura.

Commenti (0)
Comment