Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Deceduto all’età di 91 anni

Attualità
27 luglio 2020

Staranzano piange Giovanni Barbana

di Livio Nonis
Pilastro dello “Sci Club Due”, fino allo scorso febbraio era in pista sulla neve
CONDIVIDI
35169
Una foto di Giovanni Barbana premiato sulla neve
Attualità
27 luglio 2020 di Livio Nonis Image

Staranzano piange Giovanni Barbana, deceduto all’età di 91 anni. Mitico sciatore dello “Sci Club Due” dell'unione sportiva ACLI di Ronchi dei Legionari, lo scorso febbraio era ancora lì in pista a Forni di Sopra, con l'immancabile pettorale addosso per gareggiare nel classico circuito delle categorie master, perché a dispetto dell'età (classe 1929) non voleva saperne di mollare, come aveva affermato in occasione della festa per il suo novantesimo compleanno, che si era svolta presso il circolo ACLI ronchese.

In quell'occasione anche il parroco don Renzo Boscarol aveva festeggiato il neo novantenne. Il presidente dello storico sci club Ronchese, Adriano Orsi, nel suo post su facebook scrive: "Una notizia che ti coglie come una freccia, che ti dà un turbine di emozioni, ricordi, aneddoti, momenti di vita vissuta con tutti noi, anni e anni di gare, allenamenti, serate, premiazioni, una bandiera, "la" bandiera dello Sci Club Due. Ci sarebbe da scrivere un libro su Giovanni, ma non serve, chi lo ha conosciuto sa già tutto di lui. Grazie, grazie e un abbraccio da tutti noi, caro Giovanni, con un arrivederci sulle piste celesti”.

Le esequie si sono svolte a Bistrigna, la messa è stata celebrata nella chiesa dedicata a San Valentino, durante l'omelia don Eugenio Biasiol ha ricordato la figura di Giovanni come sportivo ma soprattutto per le sue grandi doti umane.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A questo ultimo saluto hanno partecipato un folto numero di persone: parenti, gli amici, anche il sindaco di Staranzano Riccardo Marchesan ha voluto essere presente; c'erano i suoi cari amici, atleti e dirigenti dello “Sci Club Due dell'unione sportiva ACLI” con in testa l'attuale presidente Adriano Orsi, il fondatore del club Fiorenzo Boscarol, il suo affezionato allenatore Ezio Ferin e il presidente regionale dei maestri di sci Alessandro Pandolfo, che dopo aver posto sulla bara il gagliardetto hanno salutato Giovanni con un lungo applauso.

Commenti (0)
Comment