Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Sfiorata quota 170 in un mese

Attualità
22 giugno 2020

Gorizia, record di donazioni di sangue

a cura della redazione
Grazie anche ai militari della Brigata Pozzuolo, protagonisti di una donazione collettiva
CONDIVIDI
34569
Il generale Parmiggiani durante la donazione
Attualità
22 giugno 2020 della redazione

Le donne e gli uomini della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli” di Gorizia sono stati protagonisti di una nuova donazione collettiva di sangue e plasma organizzata nella caserma “Montesanto” di via Trieste – sede del Reparto Comando e Supporti Tattici – con l'ausilio dell'unità mobile di raccolta Egidio Bragagnolo.

L'attività, svolta in collaborazione con la sezione cittadina “Remo Uria Mulloni” di FIDAS Isontina, ha registrato la partecipazione di circa trenta militari, donne e uomini, tra i quali anche il Generale Comandante Giovanni Parmiggiani.

Un nuovo gesto di solidarietà e umanità: il personale della Brigata è infatti già stato protagonista di numerose donazioni al fianco della sezione goriziana. Una collaborazione nata in occasione delle donazioni transfrontaliere del 2011 e 2012 in piazza della Transalpina e consolidata con diverse donazioni collettive nel 2016, 2017 e 2018 presso il Centro Trasfusionale dell'ospedale di Gorizia.

“Non avevamo mai raggiunto un numero così elevato di donazioni in autoemoteca – spiega la presidente della sezione goriziana, Patrizia Zampi –. Il personale della Brigata si è reso disponibile fin da subito, fornendo addirittura oltre 40 nominativi che, per evidenti prescrizioni anti Covid-19, abbiamo dovuto ridurre a circa 30. Un plauso va a tutti i donatori, anche alla loro prima esperienza di donazione, e un sincero ringraziamento al Generale Comandante Parmiggiani che ha sostenuto subito la nostra iniziativa. La promozione fatta “sul campo” è fondamentale, in particolare in situazioni delicate come quella che stiamo vivendo. Siamo convinti che ciò che funziona di più sia dare l’esempio, soprattutto ai giovani”.

Un risultato raggiunto anche grazie al personale medico e infermieristico presente che si è adoperato sia nel corso della giornata sia nei giorni precedenti.

L'iniziativa rientra tra le attività sezionali programmate per garantire scorte costanti di sangue ed emocomponenti, soprattutto in questo periodo di emergenza Covid-19.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Nei mesi scorsi abbiamo inviato circa 1.200 mail ai nostri associati con l'invito ad andare a donare e, grazie al supporto fornito della segreteria associativa di FIDAS Isontina per la chiamata alla donazione, il mese di giugno si chiuderà con un risultato record. Sfioreremo le 170 donazioni mensili, un orgoglio per noi e una dimostrazione che i goriziani sono sempre in prima linea per solidarietà”, conclude Patrizia Zampi.

Commenti (0)
Comment