Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Iniziativa del gruppo ciclistico "I Draghi"

Sport
17 giugno 2020

Da Cervignano il Brevetto Monte Matajur

a cura della redazione
Quattro salite cicloturistiche da percorrere in bicicletta tra giugno e novembre per raggiungere la cima della montagna vivendo paesaggi unici
CONDIVIDI
34507
(© Giulia Nadalin)
Sport
17 giugno 2020 della redazione

Quattro salite, un unico obiettivo: la conquista del Monte Matajur.

Questo l’obiettivo del della prima edizione del Brevetto Monte Matajur, progetto che si svilupperà da giugno a novembre, organizzato da I DRAGHI A.S.D., gruppo ciclistico di Cervignano del Friuli.

L’iniziativa fungerà da finestra panoramica sulle Valli del Natisone: il Brevetto Monte Matajur non è infatti una manifestazione sportiva né un evento agonistico né una sfida a cronometro; non sono previsti premi salvo il rilascio dell’attestato di partecipazione e l’iscrizione all’Albo dei Brevettati “Brevetto Monte Matajur”.

Il Brevetto prevede quattro salite che, da punti diversi, portano alla cima del Monte Matajur, la montagna delle Prealpi Giulie che sovrasta la città di Cividale. Quattro percorsi differenti che hanno un obiettivo comune, quattro viaggi attraverso le strade del Friuli Venezia Giulia con lo stesso punto d’arrivo.
Per ottenere il Brevetto il ciclista deve portare a termine tutte le salite seguendo i percorsi proposti.

Non è obbligatorio percorrerle tutte nell’arco della stessa giornata/settimana/mese, ma entro il 15 novembre 2020. Inoltre, i partecipanti sono liberi di scegliere l’ordine nel quale effettuare le salite.

I mezzi consentiti sono bici da corsa, mountain bike, handbike o e-bike.

Per scoprire di più riguardo alle salite del Brevetto Monte Matajur e per scaricare i percorsi OpenRunner è sufficiente visitare il sito dei Draghi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE QUATTRO SALITE (descritte da Alessandro Mian)

La Rapida Salita via Jeronizza
"La salita al Matajur via Jeronizza, chiamata anche “strada turistica di Montemaggiore”, è la principale ascesa all’abitato di Montemaggiore o Matajur. Si tratta della vecchia strada che, collegando Savogna ai piccoli borghi di Jeronizza, Stermizza e Montemaggiore, sale fino al rifugio Pelizzo".

La Classica Salita via Masseris
"La seconda salita proposta parte sempre da Savogna ed è anche la strada turistica per Montemaggiore più recente e nuova. La sede stradale è più larga e confortevole, un po’ più lunga della precedente e - almeno fino a Montemaggiore - mediamente meno ripida anche se certamente non meno impegnativa".

La Pastorale Salita via Passo Glevizza
"Questo è il versante occidentale della nostra montagna ed è la salita che attraversa gli scenari più selvaggi del territorio. La partenza è nel centro di Pulfero. Un breve trasferimento fino al paese successivo, Loch, lungo la valle del Natisone, ed eccoci all’attacco della salita che porta al passo Glevizza/Hlevišča a quota 997 m."

La Trasversale delle Valli, Salita via Passo San Martino
"La salita del Matajur via passo San Martino inizia dal bel borgo di Clodig, a quota 253 m, nel comune di Grimacco/Garmak nell’Alta Slavia friulana o Benečija e rappresenta la “diagonale” ideale del territorio, mettendo in comunicazione la straordinaria zona panoramica sud-orientale (Castelmonte/Stara Gora, Drenchia/Drenka, etc) con la montagna imponente che ne è il simbolo e il fulcro, il Matajur".

Commenti (0)
Comment