Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Assegnati i nomi attraverso un sondaggio online

Attualità
13 maggio 2020

Alla Cona la stagione dei puledri

di Livio Nonis
Dopo la nascita dei tre esemplari nelle scorse settimane, a breve è atteso il quarto. Nel frattempo la riserva naturale riapre ai visitatori
CONDIVIDI
34055
Il piccolo puledro assieme alla mamma
Attualità
13 maggio 2020 di Livio Nonis Image

Due fiocchi azzurri e uno rosa, e uno in arrivo, all'isola della Cona.

Nell'estate scorsa, nella tranquillità dell'immensa oasi naturale, quattro cavalle sono rimaste gravide (la durata della gravidanza, nel ciclo della riproduzione nella cavalla, è variabile da 320 a 360 giorni, di norma 11 mesi e 2 settimane). La gestazione è una fase molto delicata per la fattrice che si prepara al parto e al periodo dell’allattamento. Fino ad ora sono nati nella riserva naturale in comune di Staranzano già tre puledrini, il quarto dovrà nascere a giorni. La tradizione vuole che i cavalli nati alla riserva abbiano un nome che viene affidato ogni anno con iniziale diversa seguendo l'ordine alfabetico.

Quest'anno toccava alla lettera “K”.

Poiché in questo periodo storico bisogna prediligere i contatti web, è stato organizzato un sondaggio tra gli appassionati della Cona per raccogliere idee per dare i nomi ai tre puledrini. Centinaia le adesioni e le idee proposte. Alla fine hanno prevalso Kiwi e Kaos per i maschietti e Kona per la femminuccia.

I puledrini, che sono coccolati e accuditi con affetto dalle loro mamme, hanno il manto scuro: solo quando diventeranno grandi il manto si schiarirà e diventerà bianco. Per ora stanno a pascolare, facendo i primi passi della loro esistenza nei prati recintati in prossimità del centro visita, di notte invece rientrano nei recinti custoditi.

A partire da questa settimana la riserva naturale è stata riaperta ai visitatori con accesso gratuito per i soli circuiti esterni, senza ingresso al bar, alla reception e agli osservatori, come prescrivono le attuali disposizioni di legge.

Commenti (0)
Comment