Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Annunciata una nuova razionalizzazione

Attualità
19 marzo 2020

Coronavirus, ulteriormente ridotti gli orari delle poste

di redazione
Dal 26 marzo via libera al pagamento scaglionato delle pensioni
CONDIVIDI
33308
(ph. Poste Italiane)
Attualità
19 marzo 2020 di redazione

Nuova riduzione di orario di apertura degli sportelli di Poste Italiane in Friuli Venezia Giulia e tutta Italia, a causa dell’aggravarsi della situazione epidemiologica da Covid-19 che sta costringendo a provvedimenti sempre più limitanti e stringenti, con l’obiettivo di salvaguardare la salute dei lavoratori e della clientela. 

Prevista quindi una ulteriore razionalizzazione degli uffici postali su tutto il territorio nazionale, i cui giorni ed orari di accesso al pubblico saranno nuovamente rimodulati.

Nello specifico è prevista una riduzione a 3 giorni di apertura degli Uffici che a oggi effettuano Turno Unico (8.20-13.35).

Nei Comuni con popolazione fino a 25 mila abitanti la riduzione a 3 giorni di apertura e con orario 8.20-13.35 di alcuni Uffici che allo stato attuale effettuano doppio turno (8.20-19.05).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nei comuni con popolazione oltre i 25 mila abitanti: l’apertura su 6 giorni in modalità turno unico (8.20-13.35) di alcuni Uffici Postali che a oggi effettuano doppio turno (8.20-19.05).

Nei comuni con oltre 150 mila abitanti: l’apertura di almeno un ufficio con doppio turno, con termine attività anticipato alle 18 (8.20-18).

Per quanto riguarda i pensionati, l’Inps ha autorizzato il pagamento delle pensioni dal 26 marzo: Poste Italiane provvederà ad attivare specifiche iniziative di comunicazione anche per consentire una gestione dei flussi regolata che garantisca - attraverso lo scaglionamento dei pagamenti previsti su base giornaliera e per ordine alfabetico - la sicurezza contestuale della clientela e quella dei colleghi impegnati nell'erogazione del servizio.

Per info e dettagli ulteriori: www.poste.it

Commenti (0)
Comment