Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Uno dei fondatori di Radio Onde Furlane

Attualità
20 febbraio 2020

L'ARLeF premia Sergio Venuti

di redazione (fonte ARLeF)
Riconoscimento per l'impegno nella valorizzazione e divulgazione della lingua friulana
CONDIVIDI
32961
Eros Cisilino, secondo da destra, mentre premia Sergio Venuti
Attualità
20 febbraio 2020 di redazione (fonte ARLeF)

L’ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) ha voluto premiare l’impegno per la promozione della lingua friulana di Sergio Venuti, uno degli storici fondatori di Radio Onde Furlane e organizzatore, da oltre 35 anni, delle messe in lingua friulana presso l’Oratorio della Purità a Udine.

«Abbiamo voluto riconoscere con un piccolo gesto – ha dichiarato il presidente dell’ARLeF, Eros Cisilino – il lavoro disinteressato svolto nel corso degli ultimi 40 anni da Sergio Venuti, una persona tanto umile quanto capace di dare sostanza a due idee fondamentali per la nostra lingua: la presenza sui media (tant’è che proprio quest’anno Onde furlane celebra i suoi primi 40 anni) e l’uso della lingua friulana nella liturgia su impulso dei fedeli».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Ringrazio l’ARLeF per questo riconoscimento – ha commentato Venuti – che, più che a me, va a tutti coloro che rendono possibile ogni sabato la messa in marilenghe. Ogni santa messa viene allietata da un coro diverso; si sono già esibiti circa una cinquantina di cori provenienti da tutte le zone del Friuli storico. La nutrita partecipazione settimanale di fedeli è la concreta testimonianza dell'interesse nei confronti di questa celebrazione che, oltre a permettere la preghiera in marilenghe, porta a far conoscere gli antichi canti liturgici aquileiesi i quali, indubbiamente, sono parte importante della nostra cultura».

Alla premiazione erano presenti anche il direttore dell’ARLeF, William Cisilino, e don Romano Michelotti (vicepresidente di Glesie Furlane).

Commenti (0)
Comment